Teorie buffe su radiazioni anormali e rischi 5G: valori nella norma e pessimi misuratori a Milano

di Redazione Bufale |

Rischi 5G
Teorie buffe su radiazioni anormali e rischi 5G: valori nella norma e pessimi misuratori a Milano Bufale.net

Parlare di bufala in alcune circostanze è eccessivo, ma le precisazioni sui presunti rischi 5G, soprattutto in merito a presunte radiazioni anormali riscontrate a Milano con appositi misuratori è come non mai necessario. Al di là di tutti i discorsi votati al complotto, a proposito del nuovo standard di trasmissione dati in grado sì di rendere le nostre connessioni mobili più rapide, ma allo stesso tempo di agevolare la diffusione del Coronavirus (vi abbiamo fornito alcuni contenuti esaustivi di recente sul tema), occorre trattare una vicenda specifica.

Tutto sui rischi 5G e i misuratori utilizzati per le radiazioni a Milano

Negli ultimi giorni siamo stati letteralmente inondati di richieste di approfondimento, a proposito della possibile autenticità di alcune accuse in Italia. Come accennato, occorre analizzare dei potenziali rischi 5G, venuti a galla all’ennesima potenzia con il video che trovate a fine articolo. Si parla in questo senso di presunte radiazioni anormali a Milano in seguito all’installazione di alcuni impianti, anche se il discorso implicitamente pare essere diffuso anche ad altre realtà del nostro Paese.

Cosa avviene durante il filmato? L’autore, con uno di quei misuratori da poche centinaia di euro tutt’altro che affidabili (qui trovate l’esemplare che ci viene mostrato), riscontra come si viaggi al dì sopra di una presunta soglia consentita dalle leggi italiane in merito ai rischi 5G. Solo per pochi secondi si supera il valore di 6 V/m. Una persona non esperta su queste dinamiche potrebbe pensare che questo valore sia il massimo tollerabile da un punto di vista legislativo.

In realtà, sul web troverete diverse fonti in grado di far emergere un’altra verità. La suddetta soglia è quella ritenuta “di attenzione” e “di qualità”, con il valore che come riportato in precedenza viene oltrepassato solo per pochi istanti. Al contrario, il limite di esposizione consentito è dieci volte superiore. E questo, senza contare con una corretta rilevazione necessiti di più dispositivi collocati ad una distanza nota e con maggiore affidabilità (vedi esempio). Insomma, al di là dei misuratori, ci sono non poche obiezioni sui rischi 5G riscontrati tramite radiazioni anormali a Milano, contrariamente a quanto viene detto in questo video.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News