Svariati errori sul caso Aurora Leone e Ciro Priello: tra ‘compagni’ e nuovi libri

di Redazione Bufale |

Caso Aurora Leone
Svariati errori sul caso Aurora Leone e Ciro Priello: tra ‘compagni’ e nuovi libri Bufale.net

Il caso Aurora Leone e Ciro Priello si arricchisce di alcune imprecisioni. Bisogna chiarire alcuni aspetti importanti sulla vicenda Gianluca Pecchini e Aurora Leone, soprattutto alla luce di un articolo pubblicato sul portale La Voce di Mantova. Ciò che emerge da quest’articolo è una sorta di rivincita per Pecchini, si parla addirittura di riabilitazione con il vicepresidente del Mantova ed ex dirigente della Nazionale Cantanti che da carnefice passa a vittima.

Gli errori recenti sul caso Aurora Leone e Ciro Priello

Polemiche che sono diventate nuovamente calde dopo una recente testimonianza, di cui vi abbiamo parlato tramite l’articolo di mercoledì 2 giugno. Il primo errore evidente è aver parlato di Ciro Priello come compagno di Aurora Leone, ma in realtà l’istrionico “frontman” dei The Jackal è da tempo il compagno della blogger e influencer Maura Inadoli dalla quale ha avuto anche la sua primogenita.

Tralasciando la questione sentimentale dei protagonisti coinvolti in questa vicenda, La Voce di Mantova ha parlato di “quarto d’ora” di celebrità dei The Jackal arrivato agli sgoccioli, evidenziando come l’ultima apparizione in televisione dei comici sia avvenuta domenica scorsa da Amadeus. Parliamo della trasmissione “I soliti Ignoti“, per sponsorizzare il nuovo libro. In realtà si è trattata di una puntata registrata parecchio tempo fa, e che, di conseguenza, non era assolutamente in diretta. Quindi anche in questo caso parliamo di informazione incompleta dal sito mantovano.

Diverse fonti, in passato, hanno evidenziato che la trasmissione sia effettivamente registrata con discreto anticipo rispetto alla messa in onda. L’unica verità al momento è che Gianluca Pecchini abbia realmente avviato una procedura legale, la classica querela, contro la Leone per aver danneggiato la sua immagine, ma non c’è ancora nessun tipo di sentenza e si sta studiando in modo approfondito il caso.

Pecchini chiaramente vuole difendersi dalle accuse di sessismo, ritenendo di non aver fatto una bella figura, ma resta a questo punto alla legge l’ultima parola. Ciò significa che parlare di Pecchini come parte lesa, come fatto da quest’articolo de La Voce di Mantova, sia quantomeno frettoloso ed è sempre giusto riportare le notizie spiegando i fatti nella loro realtà. Vedremo come si chiuderà il caso Aurora Leone e Ciro Priello.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News