Deplorevoli insulti ad Alice Campello, compagna di Morata: aspettiamo azioni legali

di Redazione Bufale |

Alice Campello
Deplorevoli insulti ad Alice Campello, compagna di Morata: aspettiamo azioni legali Bufale.net

La bella serata dell’Italia che approda alla finale di Euro 2020, come sempre è stata macchiata dai social o meglio da alcuni tifosi italiani, anche se è un complimento definirli così, che si sono riversati sul profilo Instagram di Alice Campello, moglie di Alvaro Morata, insultandola pesantemente.

La Campello è già stata al centro di polemiche ed attacchi da parte dei sostenitori spagnoli solo perché italiana e sposata con Morata, sappiamo tutti delle minacce di morte arrivate alla sua famiglia, ora però sono stati alcuni utenti italiani ad inviare alla donna messaggi davvero di cattivo gusto. Dunque, non solo contenuti divertenti, come i meme che abbiamo analizzato nella giornata di ieri.

Cosa hanno detto ad Alice Campello, compagna di Morata

La stessa Alice Campello ha deciso di denunciare l’accaduto sul proprio profilo Instagram mostrando gli screenshot di tutti questi messaggi pieni d’odio che fanno davvero rabbrividire. Una brutta pagina per noi italiani, perché anche se non siamo tutti così, questi pochi imbecilli rischiano di rovinare il tifo sano che a tutti piace. Qui non si parla di semplici sfottò, ma di attacchi verbali che andrebbero puniti con la legge.

Sui social tutti si sentono liberi di dire ciò che vogliono, di offendere, di minacciare e di distruggere psicologicamente chi è più debole. Dal canto suo Alice Campello ha detto di non soffrire per questi messaggi pieni d’odio e parla più che altro di ignoranza che va al di là dell’essere etichettati come tifosi italiani.

Per lei ormai queste cose non sono più un problema, ma se fossero state dirette ad una ragazza più debole, allora la situazione sarebbe stata sicuramente diversa. Insomma la Campello è ormai abituata, ma ciò non significa che non bisogna agire per cambiare questa brutta realtà dei social e spera che in futuro ci possano essere dei seri provvedimenti per questo tipo di persone, perché si tratta di fatti assolutamente vergognosi ed inaccettabili.

Lo sport deve essere simbolo di unione e non di sfogo delle proprie frustrazioni, questo è il pensiero di Alice Campello alla lettura di commenti del tipo: “Non ti azzardare a postare foto del goal di Morata se no vengo a casa tua e ti brucio in diretta” oppure “Tuo marito ha il cancro, tuo figlio pure“. Frasi allucinanti che purtroppo sui social si leggono sempre più frequentemente.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News