“Stiamo regalando un camper adventura”, l’ennesimo sorteggio farlocco di un vincitore

di Luca Mastinu |

Le bufale acchiappalike da parte di quelle che in questa guida utile avevamo definito “pagine dell’amen, dell’ok e del colore” continuano. Nonostante sia risaputo che vincere un premio grazie a un semplice commento sia pura fantasia, troviamo nella pagina Tiny Italia l’ennesima truffa che mette in palio un camper a chiunque commenti scrivendo la destinazione che vorrebbe raggiungere.

Stiamo regalando un camper adventura.
Ecco come partecipare:
SCRlVlCI in un commento qual è il primo posto che vorresti visitare
CONDlVlDERE questo post in modo pubblico
REGOLAMENTO:
Un vincitore verrà estratto tra tutti i partecipanti. La data di chiusura per tutti i commenti inviati è il 10 aprile 2019. Il vincitore verrà conttato tramite messaggio privato. Buona fortuna!
Questa iniziativa non è affiliata a Facebook o ai titolari del marchio registrato.
La sostanza è sempre la stessa: queste pagine-truffa nascono per attirare traffico tramite una strategia di interazione col pubblico. Il commento e la condivisione del post fanno sì che questo raggiunga una certa priorità sulle nostre home, e in questo modo gli amministratori della pagina si ritroveranno con numeri importanti di iscritti, dunque potranno convertire la pagina a loro piacimento o addirittura venderla ad utenti che intendono acquistare pagine che abbiano già un consistente numero di followers. La dimostrazione di quanto diciamo arriva dal fatto che questo annuncio è l’unico post presente nella pagina, dunque questo dimostra quale sia l’intento degli amministratori.
Chiunque commenti, poi, riceverà un messaggio automatico che contiene lo stesso regolamento presente nel post. Ciò che vi consigliamo, prima di tutto, è di evitare di fare la figura dei boccaloni credendo di vincere un camper – un camper, non una matita glitterata, un camper, diamine – e di evitate di generare traffico a queste pagine. Quando questi strateghi che mendicano like non avranno più un’utenza che crede alle loro trovate, Facebook potrà parzialmente diventare un posto migliore.

Latest News