Sono vere le foto della ragazza colpita da un proiettile di gomma durante le proteste negli USA

di Luca Mastinu |

Sono vere le foto della ragazza colpita da un proiettile di gomma durante le proteste negli USA Bufale.net

I nostri lettori ci chiedono verifica sull’immagine di una ragazza gravemente ferita, specialmente sulla fronte, che secondo il post che verifichiamo sarebbe il risultato di un proiettile sparato dalla polizia durante gli scontri nel corso delle manifestazioni Black Lives Matter che stanno incendiando gli Stati Uniti dopo la morte di George Floyd.

Queste sono le pallottole di gomma che stanno usando in America su ordine di Trump. A voi i commenti.

A seguito della viralità dell’immagine (che abbiamo preferito censurare) non mancano i comprensibili sospetti di fake news, perché la letteratura social è colma di casi di fake perpetrati con immagini ritoccate o decontestualizzate. Ciò che scopriamo grazie alla stampa internazionale è che siamo di fronte a una storia vera, documentata dalla diretta interessata e anche dai media locali.

L’intervento di Kim Kardashian

Grazie a un appello di Kim Kardashian è possibile risalire all’identità nonché al profilo della ragazza. Andiamo per ordine.

La Kardashian nella giornata di ieri, 1 giugno, ha twittato un appello in cui chiedeva ai suoi follower di metterla in contatto con la ragazza per poterla aiutare con le cure mediche. Le risposte sono arrivate presto e tra i commenti al tweet i follower della moglie di Kanye West hanno taggato la ragazza. Si tratta di Shannyn Sharyse Nara, 23 anni, colpita alla fronte da un proiettile di gomma durante una manifestazione di sabato sera 30 maggio.

“Stavo solo filmando, non stavo devastando la strada”

Come scrive il Sun riprendendo Daily Star, la ragazza ha riportato tutto sui suoi profili social. Mentre protestava insieme ad altre persone si trovava a Lousville, nel Kentucky (lo precisa Daily Mail) e stava trasmettendo in diretta su Facebook i momenti di tensione con la polizia. A un certo punto del video tutto si fa confuso e gli slogan gridati a gran voce cedono il posto a urla di concitazione e di dolore: in quel momento la ragazza è stata colpita.

In un post successivo ha spiegato che stava soltanto riprendendo senza atteggiamenti violenti. Nelle ore successive Sharyse ha risposto a tutte le accuse di fake che hanno cominciato a girare in rete. Lo ha fatto su Instagram in questo post in cui, alla fine del video, si vede il suo volto ferito:

 Ora la ragazza sta bene, ma è comprensibilmente scossa.

Dell’impiego di proiettili di gomma, uno dei quali ha colpito la ragazza, ne parlano anche i media internazionali e in alcuni casi gli stessi reporter ne stanno facendo le spese.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News