“Sono figlio di Fasciani” e si rifiuta di pagare il conto: non è parente del boss, arrestato

di Luca Mastinu |

“Sono figlio di Fasciani” e si rifiuta di pagare il conto: non è parente del boss, arrestato Bufale.net

“Sono figlio di Fasciani”, così il sedicente figlio del boss ha spiegato la sua intenzione di non pagare il conto di un ristorante dei Parioli, il noto quartiere di Roma. “Io non pago, pagate voi”, ha detto il ragazzo. Il suo atteggiamento, però, gli è costato caro. Per il giovane sono scattate le manette.

La vicenda

L’episodio è stato riportato dalla stampa locale e nazionale. Roma Today precisa che i fatti hanno avuto luogo nel novembre 2021. Una sera come tante Antar Mustafà, 31 anni, si era recato al ristorante insieme alla sua fidanzata e aveva ordinato una cena a base di pesce, vino pregiato e champagne. Il conto ammontava intorno ai 1000 euro.

Conclusa la cena, il ragazzo è andato alla cassa e ha consegnato la sua carta di credito. Il pagamento, però, non è andato a buon fine dopo due tentativi e per questo Mustafà è stato invitato a saldare il conto in ogni caso. A quel punto il 31enne ha detto: Sono il figlio di Fasciani. Sai chi è? Allora io oggi non pago e anzi dammi l’incasso di stasera“. Il riferimento era ovviamente a Carmine Fasciani, boss del litorale di Ostia.

Non contento, il 31enne ha minacciato il personale affermando di essere “famoso per aver aggredito altri ristoratori”. Il titolare del ristorante, comprensibilmente intimorito, gli ha consegnato 2000 euro.

L’arresto

Poco dopo l’accaduto, il ristoratore ha denunciato il fatto ai carabinieri. I militari, coordinati dalla Procura di Roma, hanno subito acquisito le immagini dei sistemi di sorveglianza e si sono messi sulle tracce del ragazzo. Dalle indagini è emerso che il 31enne è solo un millantatore con nessun legame con la famiglia Fasciani, e potrebbe aver agito con una certa serialità anche in passato, nei confronti di altri commercianti.

Antar Mustafà, il sedicente (eufemismo, leggasi “falso”) figlio di Fasciani, è stato arrestato per estorsione aggravata dopo 3 mesi di indagini.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE - L'articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Latest News