Sono 13 le regioni a rischio chiusura con nuovo DPCM per RT oltre 1,5: la lista aggiornata

di Redazione Bufale |

Regioni a rischio
Sono 13 le regioni a rischio chiusura con nuovo DPCM per RT oltre 1,5: la lista aggiornata Bufale.net

Da alcuni minuti a questa parte, dopo le dichiarazioni del Premier Conte che ha chiaramente parlato di regioni a rischio chiusura per gli spostamenti, c’è assoluta necessità di chiarimenti per comprendere gli scenari che si stanno configurando con il nuovo DPCM. Soprattutto in ottica RT. Fondamentalmente, a pochi giorni di distanza dal nostro ultimo bollettino in merito, la prospettiva di chiudere quelle regioni dove ci saranno dati di contagio più elevati, è a questo punto scontata, con l’Italia che verrà suddivisa in tre fasce.

Le 13 regioni a rischio chiusura per spostamenti e RT oltre la soglia

In un contesto simile, è trapelata una soglia ben precisa da non superare, affinché le regioni a rischio possano uscire da questa cerchia non invidiabile. Quella, cioè, che dovrebbe determinare aree maggiormente a rischio, dalle quali e verso le quali non saranno consentiti spostamenti se non con autocertificazioni e per comprovate esigenze rientranti nel DPCM. Vi rimandiamo, sotto questo punto di vista, ad un articolo pubblicato nelle ultime ore da Il Tempo, che definisce al meglio la situazione attuale in Italia.

Le regioni a rischio chiusura per elevati valori RT, infatti, attualmente sono tredici. A destare più preoccupazione abbiamo Piemonte (2,16) e Lombardia (2,09). Tuttavia, massima attenzione anche a Calabria (RT a quota 1,66), Emilia Romagna (1,63), Friuli Venezia Giulia (1,5), Lazio (1,51), Liguria (1,54), Molise (1,86), Provincia di Bolzano (1,96), Provincia di Trento (1,5), Puglia (1,65), Umbria (1,67) e Valle d’Aosta (1,89).

Paradossalmente, nella lista delle regioni a rischio, seguendo le logiche e le soglie RT individuate anche dal CTS, non troviamo la Campania. Da diverse settimane tra le regioni con un numero più elevato di nuovi positivi. La crescita non è stata costante ed il rallentamento in termini percentuali crea “anomalie statistiche” del genere. Tuttavia, il governatore De Luca ha ugualmente imposto il blocco agli spostamenti tra province, con ordinanza più restrittiva del nuovo DPCM in arrivo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News