Solo un dipendente era vaccinato al Casamaki: smentite le indiscrezioni, il ristoratore chiede pace

di Bufale.net Team |

Solo un dipendente era vaccinato al Casamaki: smentite le indiscrezioni, il ristoratore chiede pace Bufale.net

Solo un dipendente era vaccinato al Casamaki, quantomeno a ciclo completo. Questo si evince dall’ennesima vicenda strumentalizzata dalla comunità novax e diventata un boomerang.

E non possiamo farne colpa al titolare: il suo personale, perlopiù ragazzi giovani, erano regolarmente in coda per il vaccino. Quattro in attesa e non ancora vaccinati, uno solo con le due dosi completamente assolte e gli altri con una sola dose, più un con la seconda dose effettuata da meno dei 14 giorni necessari per raggiungere la piena copertura.

La fonte, ovviamente, Sul Centro del 7 Agosto

Solo un dipendente era vaccinato al Casamaki: smentite le indiscrezioni, il ristoratore chiede pace

L’aneddotica tornerebbe, come nel caso della notizia strumentalizzata dell’Amerigo Vespucci, del Matrimonio a Reggio e dei “Positivi in Israele” a dimostrare l’esatto opposto di quello che i novax vorrebbero della notizia.

Dove il ciclo vaccinale viene completato, si ha un abbattimento di un ordine di grandezza del contagio.

Dove si contagiano 10 non vaccinati, se ne contagia uno.

Per ogni dieci non vaccinati gravi tra i contagiati, solo uno vaccinato può essere grave e così via, fino ad arrivare alle rianimazioni al 90% di non vaccinati ed al rischio di evoluzioni fatali per la malattia ridotto al lumicino dal vaccino.

Ma non diventi il fatto che solo un dipendente era vaccinato al Casamaki una scusa per rendere il ristorante oggetto di facezie. Sono stati onesti nel rispettare la quarantena, e questa storia dimostra che tutti coloro che hanno chiesto il vaccino devono essere posti in grado di vaccinarsi prima della stagione autunnale.

Gli altri? Dovrebbero riordinare le loro priorità e vaccinarsi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News