Soliera: Limonata Day, flash mob contro i bigottismi

di Shadow Ranger |

La storia del Limonata Day di Soliera è quel genere di storie che ricorda la poesia del fu Fabrizio De Andrè

Si sa che la gente dà buoni consigli
Sentendosi come Gesù nel tempio
Si sa che la gente dà buoni consigli
Se non può più dare cattivo esempio

E nel ruolo dell’abitante del Paesino di Sant’Ilario abbiamo una anonima madre della città di Soliera. O meglio una madre di cui abbiamo verificato esistenza e attività virtuali ma che non vi riveleremo perché nostro scopo è asseverare la veridicità della storia, non mettere alla gogna chi pure ha errato e speriamo impari a non errare più senza essere per questo vilipesa.

E’ Vincenzo Maisto, in arte il Signor Distruggere a raccogliere la storia ed il suo svolgimento, naturalmente anonimizzata

Nasce tutto con uno sfogo dell’8 Giugno di una madre di Soliera, in vena polemica contro l’uso adolescenziale del pomicio.

I giovani si amano, i giovani si baciano, è normale che questo accada.

Decidetevi anime puritane: volete che i vostri giovani crescano devoti a Dio, alla Patria ed alla Famiglia, ma una famiglia non se la faranno mai se, passando di canzone in canzone, non cederanno di tanto in tanto ad una sana e consapevole libidine, quindi nessun matrimonio in Chiesa con croci e fasto, quindi nessun nuovo virgulto per la Patria.

Ed il post trascritto suona

Buongiorno.Se qualcuno dovesse vedere uno dei miei figli slinguazzarsi senza ritegno e simulare su una panchina PUBBLICA un amplesso sessuale,PER FAVORE VI AUTORIZZO A FERMARLI E DIRMELO(alcuni genitori so’ che non gliene frega niente di essere educatori di altri se non solo dei propri figli).In questo modo potrò ripetergli per l’ ennesima volta che il pudore è fondamentale per rispettare sé stessi e gli altri.E che certe cose si fanno nel privato.GRAZIE.

Non vediamo perché dovremmo fermare due giovani che si amano. Non capiamo perché dovremmo non solo decidere di educare ragazzini che non hanno alcun legame con noi, ma educarli insegnandogli a disprezzare una cosa bella come l’amore che solo due ragazzini innocenti possono provare, quello goffo dei primi baci su una panchina.

Non capiamo perché dovremmo, sotto l’egida del Pudore, insegnare a due giovani, in una società che ha sdoganato l’odio, la rabbia, l’egoismo e la xenofobia rampanti, che bisogna vergognarsi di amare ma essere felici del male vero che ci circonda.

E non l’hanno capito neppure il resto degli abitanti di Soliera, che hanno lanciato in difesa di due giovani che si amano un Limonata Day, un flash mob contro una società bigotta.

Giovani e meno giovani hanno potuto così riunirsi tra video e selfies nel parcheggio del Paraky, Tavola Calda di Soliera, per scambiarsi baci e tenerezza, colmando di amore un mondo pieno di odio.

Approviamo, e confidiamo che il Bar Tavola Calda Paraky riceva sempre nuovi clienti ed ottime recensioni.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News