Silvia Romano convertita ai terroristi di Al-Shabaab, lo dice l’abito: imprecisioni di Paolo Liguori

di Redazione Bufale |

Silvia Romano
Silvia Romano convertita ai terroristi di Al-Shabaab, lo dice l’abito: imprecisioni di Paolo Liguori Bufale.net

Sta facendo il giro dei social l’intervento di Paolo Liguori a proposito di Silvia Romano e della sua conversione ad Al-Shabaab. Tutto nasce da un intervento in video di Paolo Liguori, il quale ha voluto precisare che il problema con la ragazza milanese liberata pochi giorni fa non si manifesta tanto con la sua conversione, quanto ad un gruppo terroristico che ha tanti morti alle sue spalle. Vicenda che, per forza di cose, va ad associarsi agli attacchi di Libero e Il Giornale nei confronti della principale protagonista di questa vicenda, come riportato in mattinata.

Silvia Romano convertita ad Al-Shabaab: cosa non torna

Secondo Paolo Liguori, come potrete notare dal video a fine articolo, la colpa di Silvia Romano non sarebbe dunque quella di essersi convertita all’Islam, visto che la nostra Costituzione lo permette. A lei viene imputato, al contrario, di essersi convertita ad Al-Shabaab. Definizione poco chiara questa, in quanto parliamo indubbiamente di un gruppo terroristico che vede nel suo passato morti e attacchi atroci, ma non di una vera e propria religione. WikipediaBasta dare uno sguardo a .

La palandrana verde di Silvia Romano ed il legame con Al-Shabaab

A questo, poi, si aggiungono le considerazioni del giornalista sull’abito indossato da Silvia Romano. Si parla infatti di una palandrana verde, che a detta di Paolo Liguori nell’apposito video simboleggerebbe proprio la suddetta conversione ad Al-Shabaab. Tuttavia, come si nota tramite ANSA, i principali esperti di quella cultura hanno analizzato la lunga veste verde che ha accompagnato la ragazza durante il suo ritorno in Italia.

La fonte, a tal proposito, ha consultato un esperto come Freddie del Curatolo, direttore di malindikenya.net, che ha chiarito aspetti importanti sul vestito indossato da Silvia Romano: “Quell’abito si chiama jilbab. Non è un abito religioso ma chiaramente è indossato da donne islamiche. E’ un abito più da passeggio“. Insomma, un vestito somalo, ma non legato ad Al-Shabaab come affermato in modo esplicito ed inequivocabile da Paolo Liguori. Ecco il suo video.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News