Si scaldano i motori con Iliad: 2 novità per rispondere a Vodafone e TIM a dicembre

Iliad

Sono praticamente ufficiali due importanti novità per gli utenti che seguono sempre con grande attenzione vicende di Iliad a partire da oggi 14 dicembre, in virtù del fatto che la compagnia telefonica sembra essere realmente intenzionata a dare importanti segnali al proprio pubblico in vista del periodo natalizio. Questa volta non si parla del lancio di nuove offerte, quanto di alcune migliore che competitor del calibro di TIM, Vodafone e Wind Tre farebbero bene a non sottovalutare, alla luce degli scarsi equilibri che al momento abbiamo in questo mercato.

Importanti indicazioni in questo senso ci arrivano da una delle fonti più vicine a Iliad, vale a dire Universo Free, che si è soffermata in primo luogo sulla possibilità di poter usufruire del 4G fornito dallo stesso operatore in caso di viaggi all’estero. Al momento il discorso lo possiamo considerare valido solo in caso di spostamenti in Francia, dove potrete appoggiarvi sulla Rete di Free Mobile. Così facendo potrete finalmente usufruire di una connessione più veloce. Probabile che a stretto giro il discorso venga esteso anche ad altri Paesi.

Iliad
Iliad

Il secondo elemento sul quale è necessario concentrarsi da oggi con Iliad riguarda invece il VoLTE, vale a dire la possibilità di effettuare chiamate con standard qualitativi molto più elevati dal punto di vista dell’audio. Ci sono conferme sul fatto che a breve faremo questo passo, anche se verrà data priorità a Free Mobile in Francia a quanto pare.

E così, se da un lato ci sono ancora un po’ di problemi da risolvere in casa Iliad per quanto riguarda la copertura assicurata al pubblico, come avrete sicuramente percepito da uno dei nostri ultimi report sull’argomento, da oggi 14 dicembre possiamo prendere in considerazione un segnale molto incoraggiante. Sia per chi è solito recarsi all’estero, sia per chi da sempre ambisce ad un miglioramento degli standard qualitativi delle chiamate secondo le indiscrezioni emerse. Sarà interessante capire come reagiranno Vodafone e TIM a queste mosse.

Latest News