Sfiancanti le rimodulazioni Vodafone: estate 2019 con altra stangata, chi rischia e come evitarle

di Redazione Bufale |

Rimodulazioni Vodafone
Sfiancanti le rimodulazioni Vodafone: estate 2019 con altra stangata, chi rischia e come evitarle Bufale.net

Non c’è tregua sulla questione delle rimodulazioni Vodafone. Proprio quando sembrava che le varie compagnie telefoniche avessero dato un freno ai rincari per i già clienti, con le tanto odiate modifiche unilaterali alle condizioni contrattuali (complici anche le ultime novità di settore di cui vi abbiamo parlato a fine febbraio), giunge una doccia gelata per il pubblico oggi 12 marzo. Nel corso della prossima stagione estiva, infatti, in tanti dovranno fare i conti con aumenti pari a 2,99 euro al mese per la propria tariffa. E se su base mensile non cambia poi più di tanto la situazione, a lungo termine il costo extra si farà necessariamente sentire.

Non si tratta di segnalazioni ufficiose o di rumors, ma di una notizia vera. La conferma ufficiale la troviamo proprio sul sito dell’operatore, nell’apposita pagina in cui sono contenute comunicazioni di questo tipo. Come si potrà notare dall’annuncio fornito, i rincari entreranno in gioco a partire dal prossimo 7 luglio 2019, con aumenti in fattura di 2,99 euro. Scendendo maggiormente in dettagli, sappiamo che gli utenti interessati riceveranno l’annuncio attraverso la fattura sulla propria linea fissa.

In molti stanno interpellando l’operatore, per comprendere in anticipo se le rimodulazioni Vodafone in questione interesseranno anche il proprio profilo. Probabilmente riuscirete a ricevere una risposta già quest’oggi dopo aver fornito tutti i vostri dati. Saranno colpiti soprattutto coloro che sono stati esenti da rincari nella prima parte del 2019, ma che, allo stesso tempo, potrebbero aver fronteggiato aumenti anche a fine 2018. Occhio anche al mobile, perché molto spesso notizie simili investono Vodafone One e Vodafone One Pro, che prevede appunto al convergenza tra fisso e mobile.

Per evitare rimodulazioni Vodafone e recedere senza pagare penali, lì dove sono previste, potrete recarvi sul sito variazioni.vodafone.it o nei negozi Vodafone. Ancora, è possibile inviare una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO). Infine, potete scrivere via PEC a disdette@vodafone.pec.it o chiamando il 190, ma sarà fondamentale specificare la causale indicata in precedenza.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News