Senza freni Libero e Il Giornale con Silvia Romano: ingrata, tenera coi terroristi. Ma non è incinta

di Redazione Bufale |

Silvia Romano
Senza freni Libero e Il Giornale con Silvia Romano: ingrata, tenera coi terroristi. Ma non è incinta Bufale.net

Non ci sono freni sui commenti relativi a Silvia Romano, da molti etichettata come donna incinta dopo la sua liberazione, con una strana interpretazione del linguaggio del suo corpo. Ebbene, come abbiamo avuto modo di constatare già nella giornata di ieri, parte della stampa non perdona alla ragazza sotto sequestro per un anno e mezzo alcune sue decisioni. Basti pensare alle prime pagine di oggi 11 maggio da parte di Libero e Il Giornale, dopo che il giorno 10 non erano apparse righe di felicitazioni per la sua liberazione.

Silvia Romano non è incinta

Nonostante le due testate in questione non ne abbiano parlato in modo esplicito, in tanti sui social stanno dando per scontato che Silvia Romano sia incinta. Ipotesi del tutto falsa, almeno stando alle dichiarazioni della diretta interessata che in queste ore sono state riportate anche da Radio Deejay: “Non sono incinta, nessuno ha mai approfittato di me. Mi hanno sempre portato rispetto. E anche la conversione all’Islam è stata una mia scelta, non ho ricevuto alcuna pressione. Ci sono arrivata lentamente“.

Sulla conversione all’Islam ci sono diverse teorie e molti esperti ritengono ancora che possa trattarsi di un effetto traumatico dovuto alla prigionia. Di sicuro la vicenda di Silvia Romano continuerà a tenere banco nelle prossime settimane, anche sotto questo punto di vista. Resta la smentita della diretta interessata sul fatto di essere rimasta incinta e, fino a prova contraria, non possiamo fare altro che credere a queste parole.

Libero e Il Giornale contro Silvia Romano

Come se non bastassero queste accuse, abbiamo alcune prime pagine di questo lunedì assai dure. Secondo Libero, infatti, “abbiamo liberato un’islamica. Come se questo debba in qualche modo minimizzare il fatto che Silvia Romano sia tornata a casa. Il Giornale, invece, la definisce “ingrata” e insiste sulla tesi del pagamento di un riscatto pari a 4 milioni di dollari, nonostante non ci siano conferme in merito.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News