Sempre più potente Iliad contro le rimodulazioni Vodafone del 10 novembre: ad ore irreversibili

di Redazione |

Rimodulazioni Vodafone

Stiamo vivendo una fase cruciale per la crescita di Iliad in Italia, considerando i grossi investimenti da parte dell’operatore che in qualche modo si contrappongono a notizie positive relative ad altri operatori, come nel caso delle rimodulazioni Vodafone che, nel giro di poche ore, saranno irreversibili. Dopo il punto della situazione condiviso nella giornata di ieri, dunque, proviamo a capire come stanno per cambiare le cose per gli utenti che sono in qualche modo legato ai due operatori. Considerando anche il grosso seguito che hanno entrambi.

Partiamo proprio da Iliad, considerando il fatto che la compagnia telefonica francese sta facendo grossi investimenti per potenziare e rendere indipendente la propria Rete. Ad esempio, secondo quanto riportato Mondomobileweb risultano già inoltrate richieste ai Comuni di Lucca, Selargius e Bologna per l’installazione di antenne “autonome”. A tal proposito, dovrebbero esserci novità importanti per gli utenti che hanno deciso di puntare sull’operatore già entro la fine del 2018, svincolandosi in qualche modo da Wind Tre.

Rimodulazioni Vodafone
Rimodulazioni Vodafone

L’altra novità cruciale della giornata, che riguarda soprattutto il fisso ed in parte il mobile, investe le rimodulazioni Vodafone. Diverse offerte dell’operatore, infatti, da domani 10 novembre costeranno agli utenti 2,50 euro in più al mese. Alcuni tra i piani coinvolti prevedono la convergenza tra mobile e fisso, mentre l’individuazione delle tariffe coinvolte può avvenire attraverso l’ultima fattura, qualora ci sia un chiaro riferimento all’imminente aumento. Ebbene, gli utenti potranno recedere senza pagare penali entro oggi 9 novembre.

Come? Chi intende rigettare le rimodulazioni Vodafone può farlo attraverso vari canali. In primis, tramite il sito variazioni.vodafone.it, o in alternativa inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO). Ancora, i canali ufficiali dell’operatore ci parlano della possibilità di scrivere via PEC una email a disdette@vodafone.pec.it. Infine, potete chiamare il Servizio Clienti al 190 o compilare un modulo che troverete nei negozi Vodafone per valutare questa soluzione.

Latest News