Segnalato in Italia il virus zanzare che colpisce il cervello: smontiamo alcune teorie

di Redazione Bufale |

Virus zanzare
Segnalato in Italia il virus zanzare che colpisce il cervello: smontiamo alcune teorie Bufale.net

Da alcuni giorni, anche qui in Italia, viene segnalato il virus zanzare che colpisce e distrugge il cervello. Questo il tenore di alcuni post che girano su Facebook e, probabilmente, anche su WhatsApp in nome del solito allarmismo che riscontriamo in circostanze simili. Vicenda che oggi 6 agosto ci fa tornare alla mente la storia del calabrone gigante asiatico, che pochi mesi fa abbiamo trattato prontamente sulle nostre pagine con un articolo specifico per provare a spegnere i bollenti spiriti dei più disperati nel nostro Paese.

Come stanno realmente le cose dal punto di vista del virus zanzare? Esiste realmente un pericolo anche in Italia? Alcune risposte significative ci arrivano da Il Fatto Quotidiano, che in qualche modo dovrebbero aiutarci a vivere la stagione estiva con maggiore tranquillità. Da un lato, infatti, va evidenziato che nel 2019 non ci siano ancora stati casi di passaggio, per puntura, del virus zanzare che provocherebbe danni importanti al cervello dell’essere umano. Allo stesso tempo, però, fonti americane fanno sapere che negli USA l’Encefalite Equina abbia fatto registrare una media di 7 casi all’anno dal 2008 fino allo scorso anno.

Per quanto riguarda l’Italia? Anche qui dobbiamo rifarci alla suddetta fonte, alla luce delle dichiarazioni che sono state rilasciate dal direttore del reparto di Malattie infettive del Policlinico di Milano, Andrea Gori: “Per noi, in Italia, il rischio non è vicino“. Insomma, non ci sono le basi per parlare di un pericolo legato al virus zanzare in Italia e nel resto d’Europa, fermo restando che anche negli States la questione appaia tutto sommato ancora sotto controllo.

La morale della favola è semplice. La vicenda del virus zanzare in grado di far esplodere il cervello, per quanto non inventata di sana pianta, è stata senza ombra di dubbio ingigantita. Occorre dunque mettere un freno alle voci incontrollate, soprattutto qui in Italia.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News