Segnalate 10 pagine Facebook per aver spinto bufale sul Coronavirus: lista di maggio 2020

di Redazione Bufale |

Pagine Facebook
Segnalate 10 pagine Facebook per aver spinto bufale sul Coronavirus: lista di maggio 2020 Bufale.net

Sta creando non poche polemiche in nuovo studio che, a quanto pare, ha individuato dieci pagine Facebook che diffonderebbero bufale a proposito del Coronavirus. Insomma, a differenza di quanto trapelato qualche mese fa, oggi 7 maggio non ci concentriamo su questioni politiche, ma questo non vuol dire che la vicenda non debba essere monitorata con grande attenzione. Cerchiamo dunque di analizzare quanto riportato da un soggetto come NewsGuard, fermo restando che in questo frangente ci limitiamo a riportare le notizie diffuse dalla fonte senza aver avuto modo di testare l’autenticità dello studio

Le pagine Facebook accusate di diffondere fake news su Coronavirus

Partendo dal presupposto che l’analisi è seria, se pensiamo che di recente abbiamo avuto anche testate di un certo spessore come Repubblica che hanno affrontato l’argomento, dobbiamo a questo punto analizzare le singole realtà segnalate da NewsGuard. La cautela che vi raccomandiamo a proposito dell’elenco che segue è testimoniato anche dal condizionale che abbiamo utilizzato ad inizio articolo:

– Semplicemente Charlie: pagina che conta più di due milioni di like, solitamente focalizzata su aforismi, immagini di bimbi e di animali;

– Luxury fashion: conta 1,7 milioni di “mi piace”, puntando di solito su foto, video, aforismi;

– Ti amo, però…: ha oltre 650 mila like, ed è allineata alle due pagine precedenti;

– Un pensiero unico tu: fa affidamento su più di 400 mila “mi piace”;

– Una favola nel cuore, con 130 mila “mi piace” registrati in questi giorni;

– I pensieri folli di due sognatori, sostenuta da più di 130 mila “mi piace”;

– La vita, capace di arrivare a circa 110 mila “mi piace”;

– Il nettare dell’amore, con poco meno di 100 mila “mi piace”;

– Nel cuore delle donne, supportata da circa 100 mila “mi piace”;

 Il mondo di Nelly: ha al suo attivo ben 79 mila “mi piace”.

Insomma, stiamo parlando di pagine Facebook apparentemente nate per altre ragioni e che, durante il periodo della pandemia, sono state segnalate da NewsGuard per aver diffuso bufale sul Coronavirus. Ora che conoscete i nomi, potete visitarle e comprendere da soli se l’accusa sia attendibile o meno.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News