Scossone di Conte ai sondaggi politici con l’ex Premier alla guida del M5S: i nuovi equilibri

di Redazione Bufale |

sondaggi politici
Scossone di Conte ai sondaggi politici con l’ex Premier alla guida del M5S: i nuovi equilibri Bufale.net

Sono sondaggi politici indubbiamente molto interessanti quelli che hanno preso piede in queste ore, coi quali ad esempio si ipotizza il matrimonio tra Giuseppe Conte ed il Movimento 5 Stelle. Dopo le analisi dei giorni scorsi, dunque, bisogna concentrarsi su una nuova analisi autentica e proveniente da una fonte autorevole per coloro che seguono costantemente queste dinamiche in Italia. L’ex Presidente del Consiglio, almeno sulla carta, pare sia in grado di dar vita ad uno scossone.

Fino ad oggi, in seguito alla crisi di governo che lo ha visto protagonista a fine gennaio, si è parlato di sondaggi politici incentrati su Giuseppe Conte in un contesto differente. Come? Ipotizzando che l’ex Premier potesse dar vita ad un nuovo partito. Ora, invece, si parla con insistenza di lui a capo del Movimento 5 Stelle. Soprattutto dopo gli ultimi contatti con Grillo. Se, come diversi giornalisti affermano, il matrimonio dovesse andare in porto, allora molti partiti in Italia potrebbero fare i conti con una forza politica nettamente più competitiva.

Gli ultimi sondaggi politici con Conte a capo del Movimento 5 Stelle

Cosa ci dicono gli ultimi sondaggi politici, ipotizzando Conte alla guida del Movimento 5 Stelle? Come riporta Next Quotidiano, il M5S andrebbe praticamente ad agganciare la Lega, diventando con il Carroccio il primo schieramento del Paese. Un verdetto per certi versi impressionante, considerando che gli ex presidenti del Consiglio sono usciti spesso e volentieri con le ossa rotte in termini di consensi, dalla precedente esperienza di governo.

Eppure i sondaggi politici SWG ci danno il Movimento 5 Stelle al 22% con Conte, mentre la Lega arriverebbe al 22,3%. Praticamente, un pareggio, con Fratelli d’Italia al 16,1% ed il Partito Democratico crollato al quarto posto con un misero 14,2%. Male anche Forza Italia, considerando che il partito di Berlusconi si fermerebbe al 6,1%. Insomma, Conte ha tutte le carte in regola per scombussolare gli equilibri tra partiti.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News