Scontro tra Salvini e una donna rom: “Zingaraccia mi auguri un proiettile? Tu preparati alla ruspa”

di Bufale.net Team |

Tu preparati alla ruspa è una frase che ormai è di rilevanza memetica.

Siamo in tempi in cui vero non è quello che è vero, ma vero è quello che appare nel mondo virtuale.

E nel mondo virtuale descritto da Felicia Day in The Guild, il tuo avatar è più seducente della realtà.

Nel mondo virtuale Giorgia Meloni è Meloni-chan, idolo degli otaku, i giovani ultrafan dell’animazione Giapponese attratti da graziose donnine in 2D sempre sorridenti ed eternamente giovinette. E nel mondo virtuale Salvini non è il Ministro degli Interni, Vice Premier e capo politico della Lega, bensì è il colorato supereroe del gioco Call of Salveenee a cavallo della sua magica Ruspa per scacciare immigrati, clandestini e zingari dal suolo patrio.

E in fondo, nel gioco delle parti che è il web, ci sta.

Non approviamo l’uso del meme, è un linguaggio che non ci piace affatto, ma esiste e molti lo usano con profitto.

E quando l’immaginario entra a gamba tesa nella realtà?

Siamo nel pieno della modren age, l’era postmoderna in cui il concetto stesso di post-verità viene scosso alle radici e nasce il concetto di virtualità.

Ognuno di noi è, indossolubilmente, il suo avatar, non la faccia con cui è nato, ma quella con cui si presenta al mondo.

Il tweet “preparati alla ruspa”

E Salvini pare aver deciso di presentarsi al mondo con le fattezze del supereroe armato di ruspa dei videogame, con tanto di grido di battaglia preparati alla ruspa

In un certo senso, è anche plausibile. Ben Grimm, la Cosa dei Fantastici Quattro, non si lancia mai in battaglia senza urlare È tempo di distruzione.

Darkwing Duck, il papero eroe di Cape Canard, si avvolge nel suo mantello ringhiando un deciso Dagli addosso, Duck!

Anche Superman è noto per ripetere Su, su e via! prima di librarsi nei cieli.

Ed ognuno di loro ha un suo simbolo: il numero 4 dei Fantastici Quattro per la cosa, la S per Superman, il mantello di Darkwing Duck… abbiamo quindi un personaggio del mondo virtuale, il suo simbolo ed anche la sua frase.

E ormai la “ruspa” è associata a “Salvini”, ma cosa ha suscitato cotale ira?

La storia

Uno scontro a distanza, offerto da Il Giornale, che in questa storia probabilmente assumerà il ruolo del Daily Bugle, il giornale che sia pur antagonizzando Spider-Man fornisce a Peter Parker notizie fresche su dove il suo alter-ego deve recarsi per proteggere New York dal crimine.

Un’intervista in un campo Nomadi, popolato da gente visibilmente contrariata dalle politiche del Ministero, dove una donna pronuncia la seguente frase

Ancora nessuno si è trovato al punto di far mettere un proiettile in testa a Salvini

Con l’intervistatrice che chiede conferma

A Salvini dovrebbero tirare un proiettile in testa?

Per ricevere come risposta

– Sì, devono farlo sì

– E perchè?

– Così

Parole senz’altro censurabili, evitabili. Che hanno condotto alla risposta, dapprima su Twitter, poi rimarcata nel reale

Vi pare normale che ci sia… una zingara di un campo Rom abusivo a Milano… […] una zingaraccia che va a dire Salvini dovrebbe avere un proiettile! Preparati che arriva la ruspa! Proiettile… tu preparati che arriva la ruspa, cara la mia zingara!

E così, in una realtà che si fa quasi fumetto, la Zingara e il Salvini  si fondono in una narrazione che scuote i social ed il mondo reale.

Commentatori come Fabio Sabatini si pongono in posizione critica verso l’accaduto. Ritenendo che in un mondo dove la responsabilità penale è individuale, io ricorro alla giustizia per punire chi mi minaccia, non oppongo la Forza, sia essa dello Stato, dello Status o dell’Avatar contro un gruppo sociale.

Altri, come l’europarlamentare Silvia Sardoni, quota Lega, invocano l’esistenza di una provocazione, ritenendo inaccettabile che ogni giorno spuntino da diversi ambienti minacce di morte verso un Ministro senza che ci sia uno sdegno da parte di tutti.

Ma di appurare le verità al Popolo della Rete non importa: e questa storia è già diventata il nuovo fumetto di Supereroi per il pubblico della serata.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News