SATIRA Civitanova: all’eucarestia ostie alla marijuana. Così il parroco attirava i giovani in parrocchia

di Luca Mastinu |

Ci segnalano un articolo pubblicato il 15 dicembre 2017 su Cornacce Maceratesi:

Santa Maria Apparente, Civitanova Marche:

insospettiti dall’aumento di fedeli, soprattutto ragazzi, la domenica mattina nella piccolissima parrocchia di San Giovese a Santa Maria Apparente, alle porte di Civitanova, i carabinieri del nucleo operativo della locale cittadina allertati anche dal drastico calo di consumo di droghe leggere, come denunciato da numerosi pusher albanesi e nigeriani, hanno arrestato il parroco della suddetta chiesa Don Roberto Marley che somministrava ostie alla marijuana durante l’eucarestia ai fedeli.

“Non ci trovavo niente di male” ha dichiarato il giovane parroco di origine giamaicana, “La ricetta per le ostie è semplicissima e poi l’erba è a km.0, me la coltivo io con l’aiuto delle pie donne della chiesa, nel giardino adiacente.

E poi la domenica ogni funzione diventava una festa: tutti a cantare ballare e alla fine, qualcuno si baciava pure, insomma: gioia pura!”

In effetti la fila per entrare in chiesa arrivava fin quasi al centro commerciale “Cuore Adriatico” così da diventare quasi un problema di ordine pubblico. La curia locale auspica una rapida scarcerazione del parroco e per voce di S.E Mons. Tarciso Burgnic dichiara: “ Se il Signore ci ha donato quell’erba ci sarà pure un perché”.

Per meglio comprendere la notizia appena letta è sufficiente consultare il disclaimer:

Cornacce Maceratesi è un progetto satirico indipendente ed anonimo assolutamente estraneo alla nota testata “Cronache Maceratesi”. La similitudine della veste grafica, comunque diversa, è usata al solo scopo satirico.

Del resto si è fatto uso del nome di Bob Marley per indicare il sacerdote Don Roberto Marley, chiaramente di origine giamaicana:

L’articolo, infine, si chiude con il personaggio del monsignor Tarciso Burgnic, nient’altro che la parodia di Tarcisio Burgnich, ex allenatore di calcio ed ex giocatore italiano.

 

Perché parliamo di satira e non di bufala? Come spiegavamo in un nostro vecchio articolo, la satira si percepisce già dal titolo. Cornacce Maceratesi, infatti, pubblica titoli che già fanno pensare che si tratti di uno scherzo:

  • San Severino Marche, attivista M5S rifiuta di pronunciare il “si” davanti all’altare: “non posso sottoscrivere accordi con nessuno, lo statuto me lo impedisce;
  • Caldarola (MC), Orgoglio marchigiano: nasce il primo cane ANTIFREGNA. Tempi duri per i mariti infedeli
  • Civitanova Marche, si suicida noto imprenditore leghista. Era stato condannato per frode fiscale, “legittima difesa” le sue ultime parole.

Il sito ospita dunque la satira politica accompagnata da satira locale.

Latest News