Salvini e l’ultima sui fascisti: “Non esistono, sono solo pelati che si rasano”. Spopola la bufala

di Redazione Bufale |

Da tempo qualsiasi frase pronunciata da Salvini a proposito del Fascismo, o più in particolare dei fascisti, fa molto rumore qui in Italia. Premesso ciò, fa riflettere fino ad un certo punto che in tanti abbiano creduto ad un tweet che sta circolando oggi 7 dicembre. Insomma, dopo la storia autentica della Nutella e delle nocciole turche, come avrete notato con il nostro articolo di ieri, questo sabato occorre analizzare un’altra situazione molto delicata.

Cosa avrebbe detto Salvini sui fascisti

Il tweet appena menzionato riporta una considerazione sulla carta a dir poco opinabile da parte dello stesso Salvini sui fascisti e sulla loro presenza in Italia: “Amici. La sinistra con la scusa del fascismo sta cercando di recuperare voti. Ma è una guerra persa. I fascisti non esistono. Siccome in italia tanti soffrono di calvizia, per sentirsi di nuovo ‘macho’ si rasano la testa e si fanno passare per fasci. Tutto qui. Son solo ragazzi“. Insomma, si potrebbe pensare ad un personaggio politico in evidente stato confusionale, ma così non è.

Salvini
Salvini

Quanto riportato, infatti, è frutto di un post pubblicato dal un account parodia dedicato allo stesso Salvini. Insomma, nessun virgolettato ufficiale da parte del leader della Lega in questa direzione. In passato, l’ex Ministro dell’Interno ha in parte preso le distanze dall’ideologia dei fascisti, ma a prescindere da questo oggi diventa molto importante evidenziare che queste non siano parole sue.

Va detto che a crederci sono stati sia i suoi detrattori, sia coloro che lo sostengono. A testimonianza del fatto che la superficialità spesso e volentieri non abbia particolari colori politici. Ma questo è un altro discorso, considerando il fatto che dal nostro punto di vista è fondamentale evidenziare la semplice trollata che potete “apprezzare” attraverso l’immagine del nostro articolo. Fate sempre la massima attenzione a quello che gira all’interno dei social network.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News