Salvini contro il decreto omofobia e provoca: “Allora facciamolo per eterofobia”. Il significato

di Redazione Bufale |

Salvini
Salvini contro il decreto omofobia e provoca: “Allora facciamolo per eterofobia”. Il significato Bufale.net

Ci saranno sicuramente veementi discussioni dopo la menzione del termine “eterofobia” da parte di Salvini, dopo che oggi il leader della Lega è stato chiamato a dire la sua a proposito di un possibile “decreto legge omofobia“. Si tratta di un progetto legislativo che prevede pene più severe per quei reati che sono appunto spinti da un sentimento omofobo da parte di chi ne ne macchia. Già nella giornata di ieri ha fatto rumore quanto stabilito dal consiglio comunale di Pescara, come vi abbiamo raccontato, che è costituito da una maggioranza composta da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Di recente, ha deciso di non costituirsi parte civile in un eventuale processo a sostegno del ragazzo omosessuale pestato pochi giorni fa.

Salvini vuole un decreto “eterofobia” se ci sarà quello per l’omofobia

Cosa pensa Salvini delle ultime vicende che hanno coinvolto da vicino la nostra società? Il numero del Carroccio ritiene che, qualora il disegno di legge contro l’omofobia dovesse passare, allora diventa necessario farne uno anche sull’eterofobia. Una provocazione, per affermare che dal suo punto di vista il dl Zan sia pericoloso e per sottolineare che le proposte della Lega siano concentrate su infrastrutture e taglio della burocrazia, come ribadito anche dalla senatrice Antonella Faggi e il deputato Edoardo Rixi.

Cosa vuol dire “eterofobia”? Basta farsi un giro su Wiki Sessualità per avere le idee più chiare sul significato dell’espressione: “Termine usato per lamentarsi di come gli omofobi e i credenti possano sentirsi criticati quando si fa loro notare che anche le persone LGBT possono avere diritto a una loro vita e ad una loro autonomia“. Insomma, polemiche scontate dopo le dichiarazioni odierne di Salvini.

Vi lasciamo al video che ci mostra uno scorcio della conferenza stampa tenuta oggi 1 luglio da Matteo Salvini, il quale ha proposto un “decreto eterofobia” in modo provocatorio, a coloro che gli hanno chiesto un parere sul “decreto omofobia” di cui si parla da alcuni giorni a questa parte.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News