Salvini ad Empoli smentisce che lì ci siano fascisti, ma si rompe il microfono mentre lo urla

di Redazione Bufale |

Salvini
Salvini ad Empoli smentisce che lì ci siano fascisti, ma si rompe il microfono mentre lo urla Bufale.net

Curioso episodio quello che si è verificato questa mattina ad Empoli, durante la visita di Salvini in città ed un comizio avuto al cospetto dei cittadini. Ad un certo punto, infatti, il Segretario della Lega è tornato su un argomento delicato, come quello dell’associazione della sua figura a quella dei fascisti, a maggior ragione dopo che nella giornata di ieri vi abbiamo parlato del fatto che abbia indossato a Macerata la mascherina con il messaggio “Memento Audere Semper”. Affrontando alla lontana la vicenda, l’ex Ministro dell’Interno si è dapprima rivolto ai contestatori.

In sostanza, secondo Salvini a cercare i fascisti dove non ci sono sono quelli là, indicando chiaramente un gruppo di contestatori che si era riunito ad Empoli. Come sempre, per dare una risposta alle sue parole e ai concetti che da sempre porta avanti il leader della Lega. Quest’ultimo, poi, ha aggiunto che “qui oggi non ci sono fascisti”, provando in questo modo a dare una risposta anche alle accuse che gli sono piovute addosso nella giornata di ieri.

Salvini smentisce di essere fascista ad Empoli, ma arriva l’imprevisto

Il siparietto diventa diverte ed autentico nel momento in cui Salvini prova a pronunciare le parole che vi stiamo riportando. Il motivo non è tanto legato ai contenuti scelti dal numero uno del Carroccio, quanto al fatto che proprio in quell’istante si sia rotto il microfono con il quale questo controverso personaggio politico stava interagendo con la gente di Empoli. Immediatamente, sono arrivate le prime foto e i primi meme su Facebook che hanno ironizzato sulla questione.

Abbiamo consultato il video in diretta pubblicato sulla pagina Facebook di Salvini e possiamo confermarvi l’accaduto in quel di Empoli. Effettivamente, proprio in quel secondo nel quale il principale esponente della Lega ha trattato la questione “fascismo”, il microfono ha deciso di abbandonarlo. Qui le immagini, con l’episodio al minuto 4:20.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News