Saluto romano durante consiglio comunale di Cogoleto: denuncia Digos, Lega valuta espulsione

di Redazione Bufale |

Saluto romano
Saluto romano durante consiglio comunale di Cogoleto: denuncia Digos, Lega valuta espulsione Bufale.net

Ci sono importanti sviluppi di cui prendere atto oggi 29 gennaio, a proposito del presunto saluto romano effettuato da alcuni esponenti di Lega e Fratelli d’Italia, in occasione di un recente consiglio comunale a Cogoleto. Nella giornata di ieri vi abbiamo riportato una prima analisi della vicenda, riportando le due versioni a confronto. L’esponente del Carroccio, di cui non facciamo il nome per evitare che si accentui la gogna mediatica di queste ore, ritiene infatti che il suo sia stato un normale voto.

Nel pezzo di ieri, in ogni caso, trovate il video e l’indicazione del minuto esatto in cui prestare attenzione, in modo tale da farvi un’idea più precisa di quanto avvenuto. Fino ad allora, è giusto che lo studio dei fatti di Cogoleto si concentri su accusa e difesa, senza giungere a conclusioni affrettate (per quanto scontate, a detta di qualcuno). Oggi, però, tocca tornare sul possibile saluto romano in consiglio comunale, dopo le ultime attività condotte dalla Digos.

La Digos si muove contro il presunto saluto romano durante il consiglio comunale di Cogoleto

Come riporta Il Fatto Quotidiano, infatti, gli agenti proprio nella giornata di venerdì hanno consegnato le denunce  al procuratore del capoluogo, Francesco Cozzi, che ora avrà l’arduo compito di andare fino in fondo in questa vicenda. La denuncia, dunque, è reale, mentre la Lega ha dato segnali sul fatto di sentirsi indifferente in merito al presunto saluto romano fatto durante l’ultimo consiglio comunale di Cogoleto.

Edoardo Rixi, responsabile del Carroccio in Liguria, non a caso ha confermato pubblicamente che la Lega valuterà la possibile espulsione del consigliere, qualora le indagini dovessero appunto confermare il saluto romano dell’uomo. Quest’ultimo, lo ricordiamo, è iscritto al partito da ben 30 anni. Ancora nessun commento da Fratelli d’Italia, considerando il fatto che uno dei tre personaggi coinvolti appartenga proprio al partito guidato da Giorgia Meloni.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News