Rilancio del microchip sotto pelle con Alessandro Meluzzi a Controcorrente: gelo in studio

di Redazione Bufale |

Alessandro Meluzzi
Rilancio del microchip sotto pelle con Alessandro Meluzzi a Controcorrente: gelo in studio Bufale.net

Nella trasmissione Controcorrente, di Rete 4 e condotta da Veronica Gentili, è intervenuto in collegamento video lo psichiatra e medico Alessandro Meluzzi che ha voluto dire la sua sulla questione microchip sanitario sotto pelle che ha il compito di controllare gli individui. Meluzzi ha esposto una sua teoria alquanto particolare su come i vari governi possano gestire la pandemia da Covid-19.

Cosa ha detto Alessandro Meluzzi a Controcorrente sul microchip sotto pelle

Di nuovo Meluzzi sotto la luce dei riflettori, dunque, dopo la polemica con il conduttore Giuseppe Brindisi trattata da noi di recente. Il medico parla di gestione poliziesca della pandemia, ma lo fa evidenziando come ciò possa essere una situazione alquanto orrenda che non è definita nemmeno umana. Meluzzi però va anche oltre, alimentando le voci di chi gli dà del complottista, perché batte sul concetto che attraverso questo particolare microchip si potrà evitare tutte quelle situazioni che si stanno vivendo ormai in Italia ed in altri Paesi con il green pass.

Non ci sarà più bisogno di alcun documento cartaceo, del codice QR, dello smartphone per controllare se una persona è vaccinata o meno. Non contento ha poi utilizzato una vena sarcastica evidenziando come con questo microchip tutti saremo garantiti non solo sulla questione virus e pandemia, ma anche su altre situazioni come la temperatura corporea, l’HIV, il cancro, la glicemia e se abbiamo o meno pagato le tasse.

Se qualcosa sarà violato, ecco che arriverà in automatico il blocco delle carte, della macchina e così via. Insomma Meluzzi ha descritto un quadro di questo microchip sotto pelle alquanto raccapricciante, continuando a ribadire il concetto come l’obiettivo del governo sia quello di controllare le mosse di ogni cittadino. Una presa di posizione tutta da contestualizzare, tramite il video preso da Rete 4 che potete consultare qui di seguito oggi 4 ottobre.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News