Quotidiani spagnoli titolano: Matteo Salvini orgoglio Italiano!

di Shadow Ranger |

Ci sono bufale, come la storia dei quotidiani spagnoli titolano: Matteo Salvini orgoglio Italiano! che, rubando una pagina al gergo dei gamers incalliti abbiamo chiamato e definito griefing.

Sostanzialmente il griefer è un autore di bufale che si pone un solo obiettivo: cercare di rendere le persone che condividono le sue creazioni ridicole, danneggiandole se non moralmente addirittura fisicamente.

Il griefer, ad esempio, è il bufalaro che cerca di convincere chi lo legge a gettare bicchieri di acqua ghiacciata nell’olio rovente, trovando l’idea di un soggetto con ustioni di terzo grado assai sollazzevole, oppure, nelle forme più benigne, a fare a pezzi l’alimentatore del proprio cellulare, rendendolo così inutilizzabile, per ottenere un moderno caricabatterie wireless, oppure a formattarsi completamente il cellulare stesso per ottenere dei fantomatici giga in omaggio o gettare pezzi di alluminio e carta stagnola nel forno a microonde per ottenere una luccicante sfera ben lucidata.

Ma il griefer non si limita al danno fisico ed economico: laddove il griefer peggiore ti darà consigli tesi a danneggiare i tuoi averi, se non te stesso, un griefer particolarmente sofisticato cercherà di fare a pezzi la tua reputazione e la tua autostima spingendoti a renderti ridicolo: in passato abbiamo avuto griefers cercare di convincere ignari utenti della rete a presentarsi in comune con gli escrementi del proprio cane ben imballati chiedendo un contributo economico in cambio o a recarsi presso i Centri di Assistenza Fiscali con modelli pieni di autodenigrazioni occulte chiedendo a gran voce di poter ottenere il Reddito di Cittadinanza sulla base di quanto ivi descrittovi (con frasi in piccolo come Non tengo genio ‘e faticà, vernacolo per Non ho alcuna voglia di lavorare).

E, spesso, il griefer, che ben conosce i suoi polli, ben saprà come suscitare le corde della viralità trasformando le sue vittime in scimmiette da circo itinerante pronte a ballare in modo buffo per il suo sollazzo.

La bufala dei Quotidiani spagnoli titolano: Matteo Salvini orgoglio Italiano! rientra nel griefing a gamba tesa

La bufala del "Quotidiani spagnoli titolano: Matteo Salvini orgoglio Italiano!"
La bufala del “Quotidiani spagnoli titolano: Matteo Salvini orgoglio Italiano!”

E gli elementi sono tutti quelli necessari a titillare la fantasia della vittima perfetta, compreso un appello nazionalpopolare a condividere “alla faccia di Saviano, Littizzetto ed altri Nemici del Popolo”.

Sostanzialmente, una chiamata alle armi light, dove il piccolo indinniato da tastiera, immaginario patriotta può immaginarsi con la bava alla bocca brandire il manganello immaginario del clicca e condividi per bastonare i nemici del popolo garantendosi così l’ammirazione del Popolo tutto, se non dei suoi esponenti.

Esponenti che, giustamente, avrebbero molto da ridire sulle condivisioni che, di fatto, li stanno insultando.

Partiamo con ordine: la copertina di El Pais condivisa inizialmente dalla pagina Italiani con Salvini (da cui il watermark nell’immagine) semplicemente non esiste.

La copertina è un centone di una copertina originale del 7 Novembre 2012, prelevata da Facebook, con l’aggiunta di una foto del VicePremier e Ministro Matteo Salvini

Il testo aggiunto inoltre non significa Matteo Salvini Orgoglio Italiano, ma già l’apparente “errore” di battitura avrebbe dovuto disvelare ai patriotti somaristi pronti a esprimere piaggeria la dimensione della beffa crudele a cui sono stati sottoposti.

“Fatteo” contiene infatti la parola “fat”, grasso in inglese, ed El Gordo significa appunto “grasso, obeso, ciccione”.

Siamo così al paradosso di persone che, convinte di portare sulle le loro bacheche lodi al Ministro, l’hanno invece subissato con un’ingiuria brutale e feroce, chiamandolo “Il ciccione Italiano”.

Appunto, trattasi di griefing: spingere un utente improvvido a rendersi ridicolo, o fare cose contrarie alla sua stessa natura per un po’ di divertimento.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News