Secca risposta di Fedez a Codacons: richiesta la censura di ‘Mille’ con Orietta Berti

di Redazione Bufale |

Fedez
Secca risposta di Fedez a Codacons: richiesta la censura di ‘Mille’ con Orietta Berti Bufale.net

Era attesa da alcune ore ed ora è puntualmente arrivata la prima reazione di Fedez nei confronti di Codacons, dopo che da quest’ultimo è arrivato l’annuncio di voler censurare il singolo ‘Mille’ con Orietta Berti. Tutto nasce dalla pubblicità occulta nei confronti di Coca-Cola, di nuovo al centro di un caso dopo la vicenda di Cristiano Ronaldo, che ha rimosso le bottiglie della nota bevanda durante la sua conferenza stampa con il Portogallo. Cerchiamo di ricostruire l’accaduto e di fare qualche ipotesi.

La prima reazione di di Fedez verso Codacons dopo la richiesta di ritiro di ‘Mille’ con Orietta Berti

Fedez continua ad essere un personaggio estremamente popolare in Italia, come testimoniato dal recente sondaggio che gli dà quasi il 20% delle preferenze, nel caso in cui dovesse creare un nuovo partito politico. Ne abbiamo parlato qualche settimana fa, a margine del suo intervento durante il concerto del 1 maggio. Ebbene, Codacons ha avviato una nuova battaglia contro l’artista, reo di aver inserito prodotti Coca-Cola nel video di ‘Mille’, insieme ad Orietta Berti.

Successo non prevedibile per il singolo, grazie al quale la cantante è tornata a distanza di anni in vetta alle classifiche. Non c’è grande entusiasmo in casa Codacons, secondo cui il riferimento alla pubblicità di Coca-Cola al termine del videoclip sarebbe troppo poco per segnalare il messaggio commerciale. Per questa ragione, a breve dovrebbe arrivare la richiesta di censura, in tv e nelle radio, per la suddetta canzone. A meno che non ci siano riferimenti più espliciti alla discussa pubblicità.

Poco fa, Fedez ha risposto a modo suo su Instagram, con un paio di stories, a quella che dal suo punto di vista è l’ennesima provocazione di Codacons. Ancora nessuna replica, invece, da Orietta Berti, protagonista assoluta del video ‘Mille’. Staremo a vedere come andrà l’ennesima disputa legale tra le parti.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News