Prima posizione ufficiale di EMA sul vaccino AstraZeneca dopo la sospensione AIFA in Italia

di Redazione Bufale |

Vaccino AstraZeneca
Prima posizione ufficiale di EMA sul vaccino AstraZeneca dopo la sospensione AIFA in Italia Bufale.net

In un periodo caratterizzato da fake news e disinformazione sul vaccino AstraZeneca, diventa fondamentale concentrarsi sulle dichiarazioni ufficiali a tema, soprattutto nel caso in cui arrivino da EMA. Attenzione, siamo ancora distanti dalla sentenza, dopo la sospensione di ieri per il prodotto di cui si discute tanto in Italia per sconfiggere il Covid, ma quanto emerso oggi 16 marzo è quantomeno un primo bilancio che vale la pena prendere in esame. Se vogliamo, un modo per gettare acqua sul fuoco.

Cosa dice EMA sul vaccino AstraZeneca in seguito alla sospensione AIFA in Italia

Come è stato riportato da LA7 nelle ultime ore, quelle odierne sono le prime dichiarazioni ufficiali rilasciate dalla direttrice esecutiva dell’Ema, vale a dire l’Agenzia europea per i medicinali, Emer Cooke, con cui abbiamo potuto fare fondamentalmente un punto della situazione preliminare  sul vaccino AstraZeneca. Il tutto, considerando non solo la tanto discussa sospensione AIFA in Italia, ma anche quella che è stata riscontrata in altri Paesi europei. Questo uno scorcio della sua conference call:

“L’Ema sta valutando tutti i possibili effetti collaterali del vaccino Astrazeneca e lo fa anche per quel che riguarda tutti gli altri prodotti distribuiti negli ultimi mesi. Al momento stiamo valutando la possibile correlazione tra la somministrazione del vaccino ed gravi eventi, in base alle segnalazioni che ci sono e ci stanno arrivando. Possiamo senz’altro dire già ora che vaccinando milioni di persone, sono inevitabili rari episodi gravi. Ma, al momento, non ci sono arrivate indicazioni che il vaccino Astrazeneca abbia causato problemi”.

Parlando della sospensione del vaccino AstraZeneca in Italia e in altri Paesi Europei, nel nostro caso in seguito alla decisione presa dall’AIFA, Emer Cooke ha comunque evidenziato che l’incidenza di eventi tromboembolici nei vaccinati con il farmaco in questione ad oggi non risulti più elevata rispetto a quella che è stata registrata nel resto della popolazione.

In sostanza, il vaccino AstraZeneca, in questo particolare contesto, non avrebbe avuto un peso sulle statistiche generali solitamente registrate per queste problematiche. Questo, tuttavia, non esclude nulla in modo aprioristico e nella giornata di giovedì dovremmo avere sentenze definitive in merito. Qui di seguito, il video preso da LA7 con Emer Cooke.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News