Price skimming: non comprare subito i nuovi iPhone!

di PassaportoFuturo |

Price skimming: non comprare subito i nuovi iPhone! Bufale.net

Il 10 settembre dello scorso anno, la Apple presentava l’ultimo modello del proprio prodotto di punta, l’iPhone. Quest’anno a causa del covid-19 la presentazione del prossimo smartphone con la mela è stata posticipata di qualche settimana, ma la domanda che normalmente tutti si fanno appena ne esce uno nuovo è: quanto costa?

Come sappiamo tutti gli iPhone hanno un costo molto alto, basti pensare che la versione top dell’ultimo modello può costare fino a 1600 euro. Ma non converrebbe alla società della “mela morsicata” abbassare i prezzi subito e cercare di soddisfare più clienti possibile?

La spiegazione si trova nella politica di prezzo utilizzata dalla Apple: il price skimming.

Con la “scrematura del prezzo” al lancio di un nuovo prodotto, l’azienda applica un prezzo molto elevato per massimizzare i profitti. La somma viene poi gradualmente abbassata per massimizzare i profitti vendendo l’articolo ad altre tipologie di clienti.

I clienti che acquisteranno al lancio vengono chiamati “early adopters” e sono consumatori con un elevato potere di acquisto che sono disposti ad acquistare il nuovo modello al prezzo iniziale e gran parte dei potenziali consumatori non potrà permettersi l’acquisto durante la fase iniziale di lancio del prodotto.

Nonostante ciò, a distanza di un anno il prezzo dell’iPhone sarà diminuito e più consumatori saranno in grado di acquistarlo. Il prezzo diminuirà di anno in anno, consentendo così a un numero sempre maggiore di persone di poter acquistare il prodotto.

Quindi non è consigliabile comprare l’ultimo modello ma basterebbe aspettare qualche mese oppure acquistare la versione degli anni prima per non pagare un prezzo “gonfiato”. Voi non siete mai caduti nella trappola del price skimming comprando il nuovo iPhone?

Passaporto Futuro è un’iniziativa no profit promossa da giovani studenti spinti dalla voglia di divulgare la conoscenza acquisita nel corso dei loro studi.

Assieme a Bufale.net collabora per la stesura di una rubrica chiamata “Bufale Junior” con l’obiettivo di creare una conoscenza sana e condivisa.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News