Preso d’assalto il sito INPS per richiedere PIN e bonus 600 euro: rallentamenti in corso

di Redazione Bufale |

Sito INPS
Preso d’assalto il sito INPS per richiedere PIN e bonus 600 euro: rallentamenti in corso Bufale.net

Pare sia stato letteralmente preso d’assalto in questi minuti il sito INPS. Come tutti sanno, in Italia ci si sta attivando per avviare la richiesta del bonus da 600 euro previsto dai recenti decreti governativi in seguito all’emergenza Coronavirus. Situazione che, sostanzialmente, ha messo in ginocchio moltissime attività e che prevede un sostegno per moltissimi concittadini. Il primo vero appuntamento, secondo le informazioni ottenute di recente, si avrà il prossimo 1 aprile, ma già quest’oggi in molti stanno provando a collegarsi al sito ufficiale per richiedere il proprio codice PIN.

Solo così, infatti, si potrà procedere e andare avanti con la propria richiesta per il bonus da 600 euro. Procedura che, a conti fatti, non dovrebbe essere particolarmente complessa per chi ha “conoscenze nella media” a proposito di modulistica online. Sta di fatto che il principale problema per gli utenti interessati consiste questo lunedì nelle anomalie che si riscontrato con il sito INPS. A quanto pare, infatti, le risposte dei server sono molto lente a causa dei tanti accessi.

Come risolvere i nostri problemi con sito INPS che non funziona per richiedere PIN

Come ovviare a questo problema? Se proprio non riuscite ad andare avanti ed il sito non funziona, non c’è tanto da fare. Potreste, ad esempio, riprovarci in tarda serata, quando si presume che il sito INPS faccia registrare un traffico inferiore. Questo dovrebbe essere sufficiente per inoltrare correttamente la richiesta del proprio codice PIN. Step, come detto, indispensabile per inoltrare la propria richiesta di bonus da 600 euro.

Dunque, nessuna bufala al contrario di quanto vi abbiamo riportato non molto tempo fa su bufale.net a proposito della riduzione delle pensioni ad aprile, apparentemente ufficializzata con un documento ufficiale. Probabile che per diversi giorni si debba fare i conti con pesanti rallentamenti con il sito INPS. Se non dovesse funzionare, riprovate in orari meno comodi, ma più idonei per concludere in modo felice eventuali procedure indispensabili in ottica bonus 600 euro.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News