PRECISAZIONI Vietato fumare mentre si guida: sta per passare la nuova legge, sanzioni shock – Bufale.net

di Shadow Ranger |

PRECISAZIONI Vietato fumare mentre si guida: sta per passare la nuova legge, sanzioni shock – Bufale.net Bufale.net

precisazioni-proposta-legge-vietato-fumare-macchina-sanzioni
Ci segnalano i nostri contatti il seguente testo, targato Today, intitolato “Vietato fumare mentre si guida: sta per passare la nuova legge, sanzioni shock“.
Già leggendo il corpo dell’articolo però il titolo stesso viene di molto ridimensionato: non si parla infatti di norma imminente (sta per passare) ma di un disegno di legge. Ed aggiunge l’articolista:

„Se la legge passerà, verrà introdotto l’articolo 173-bis: “È vietato al conducente fumare durante la marcia”. Molto dure le sanzioni: multa da 161 a 646 euro e ritiro della patente se si viene beccati una seconda volta al volante con la sigaretta accesa nel corso di due anni. “

Essendo una proposta di legge ancora giacente tracciarla è ancora prematuro, ma le tracce della sua esistenza possono essere fornite da uno dei suoi stessi preponenti: l’onorevole Antonio Razzi, che ne parla diffusamente sul suo blog, fornendo il testo completo del disegno di legge e presentandolo con la seguente ratio legis:

Roma, 30 aprile 2015. Il Senatore Antonio Razzi, segretario della Commissione Esteri del Senato, ha presentato un disegno di legge con il quale si vieta al conducente di autoveicoli di fumare durante la guida. Fumare alla guida, ha dichiarato il senatore Razzi, equivale più o meno, a scrivere un sms con il telefonino. Troppe sono le situazioni di pericolo cui una sigaretta accesa può portare. Quante volte, ha continuato, essa sfugge dalle mani e si insinua tra i sedili oppure tra le pieghe dei pantaloni provocando manovre repentine ed azzardate. Oltre che per un fattore etico, vietare il fumo durante la guida significa sottrarre il conducente a manovre ed a riflessi condizionati connessi con la “liturgia” dei gesti che sono richiesti e che sottraggono attenzione alla guida.

Come potete ben vedere, la proposta di Razzi è ben risalente nel tempo: il 30 aprile.
Solo il tempo potrà dirci se supererà lo stadio embrionale della proposta per entrare nel nostro sistema normativo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News