PRECISAZIONI Scontrino Cracco Café Felix con spremuta d’arancia a 27 euro: tutto vero?

di Redazione Bufale |

PRECISAZIONI Scontrino Cracco Café Felix con spremuta d’arancia a 27 euro: tutto vero? Bufale.net

Uno scontrino Cracco fuori dal normale sta facendo il giro dei social in queste ore, a proposito del presunto pagamento che alcune persone avrebbero affrontato dopo aver consumato una spremuta d’arancia ed un paio di bottiglie d’acqua presso il Café Felix S.r.l. di Milano, che presta servizio dalle 8 alle 11 del mattino con prezzi sicuramente sopra la media. La natura del conto che sta spopolando in Rete, tuttavia, ci ha incuriositi e abbiamo cercato di approfondire il discorso.

Era domenica, e l’intero staff di Bufale.net ha accusato i sintomi della stanchezza accumulata in settimana, del caldo della Penisola e della senilità dilagante. Ciò che leggete, in questo momento, è un edit del vecchio articolo che abbiamo archiviato a questo indirizzo, e che conteneva un errore di distrazione.

Premesso che di domenica sia impossibile mettersi in contatto con il ristorante, a causa del giorno di chiusura, lo scontrino Cracco tanto virale ha avuto nei nostri confronti una forza d’attrazione così forte che non ci siamo risparmiati dal portare avanti qualche indagine. Il motivo? Si parla di una spremuta d’arancia venduta addirittura a 27 euro, ragion per cui non potevamo non approfondire da subito la notizia. Possibile una situazione del genere?

Effettuando qualche ricerca in Rete, ancora, troviamo un riscontro sul sito Dissapore. Gli autori hanno fotografato il listino prezzi, e nella pagina “Estratti e spremute” troviamo ciò che stravamo cercando:

Come si può notare, per le spremute – sia per l’arancia che per il pompelmo – il prezzo fissato è di 9 euro.

Dove ci siamo sbagliati?

I nostri lettori, di sicuro più attenti di noi in questa circostanza, ci fanno notare che i 27 euro della spremuta d’arancia erano, in realtà, il totale di 3 spremute da 9 euro ciascuna. 9×3, infatti, dà come risultato 27 e la moltiplicazione è ben evidente nello scontrino divenuto virale sui social. Insomma, si è trattato di precisazioni doverose sia per il Cracco Cafè sia per i nostri lettori, con i quali ci scusiamo umanamente per la nostra distrazione.

Per dovere di cronaca, va detto che in passato sono trapelate anche altre bufale in merito a Cracco, come quelle relative al condimento dell’agnello come qualcuno tra i nostri lettori ricorderà.

Ci scusiamo ancora per la nostra distrazione. 

Nessuna stranezza, dunque, nello scontrino di Cracco.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News