PRECISAZIONI “Blackout femminile” su Facebook per il 3 ottobre

Un’iniziativa, in difesa delle donne, è stata condivisa in molte parti del mondo, su Facebook. Il messaggio a catena spingeva le donne a utilizzare un quadrato nero per le foto del loro profilo, per il 3 ottobre. L’iniziativa era vera, ma risaliva all’anno scorso.

Le donne in questo modo sono state invitate a partecipare a una campagna sui social media contro gli abusi domestici “oscurando” le loro immagini del profilo di Facebook.

Era un’iniziativa datata

Come riporta Snopes,l’iniziativa aveva iniziato a girare di nuovo nel mese di settembre, con tanti messaggi privati che invitavano le donne a fare il “blackout femminile” a sostegno delle vittime di abusi domestici:

Il blackout femminile, previsto per il 3 ottobre, dalle 8:00 alle 21:00, era stato ideato da un movimento per mostrare come potrebbe essere il mondo senza donne. La foto del profilo sarebbe dovuta essere solo un quadrato nero per fare in modo che gli uomini si chiedessero dove fossero le donne. I messaggi arrivavano chiaramente solo alle donne.

Anche se un “blackout femminile” potrebbe essere un buon modo per “mostrare come potrebbe essere il mondo senza le donne”, anche il ripubblicare questo messaggio potrebbe non essere lo strumento migliore per organizzare tale dimostrazione.

Questo messaggio virale su Facebook affermava che il “blackout femminile” si sarebbe tenuto “domani”, ovvero il 3 ottobre (ormai ieri). Tuttavia, copie letterali di questo messaggio circolano su Facebook da più di un anno, il che rende piuttosto fuorviante la parola relativa al futuro “domani”.

Questo messaggio ha iniziato a circolare sulla scia di una legittima campagna di social media “Blackout per le donne” creata dalla “Campagna Red Heart“. Un progetto iniziato dal giornalista australiano Sherele Moody per sostenere le vittime della violenza domestica, il 28 luglio 2017.

Latest News