PRECISAZIONI Bambini a scuola, niente pipì per sei ore

di Luca Mastinu |

PRECISAZIONI Bambini a scuola, niente pipì per sei ore Bufale.net

Alla scuola primaria “Salvo d’Acquisto” di Prato il dirigente scolastico ha disposto un nuovo regolamento sull’utilizzo dei bagni da parte degli alunni. Lo scrive La Nazione in un articolo del 19 ottobre 2018.

In realtà, riportare che il divieto sull’uso dei servizi da parte degli alunni sia esteso per 6 ore non è esatto, specie se si leggono le dichiarazioni rilasciate dal dirigente scolastico Daniele Santagati alla stessa redazione de La Nazione.

Le lezioni della “Salvo d’Acquisto” terminano alle 16:30. Il regolamento dispone che ai ragazzi è consentito recarsi ai bagni alle 10:30, dunque nell’orario della ricreazione, alle 12 con la supervisione dei collaboratori scolastici per lavarsi le mani e, se si presenta un’urgenza, per i propri bisogni. Dall’ora del pranzo fino all’uscita è consentito andare al bagno solo in caso di necessità. Santagati tiene inoltre a precisare che tali disposizioni non interessano gli alunni di tutte le classi, in quanto ai ragazzi più piccoli viene consentita maggiore elasticità:

Per i bambini della prima e seconda elementare non ci sono indicazioni particolari, mentre a quelli più grandi di quarta e quinta che presto dovranno andare alle medie, cerchiamo di insegnare il rispetto di regole precise. Il senso è: a scuola non si fa quello che si vuole. La verità è che alcuni bambini utilizzano il bagno come scusa per fare una giratina, mentre bisogna andarci solo per stretta necessità.

La scelta di acconsentire all’utilizzo dei bagni durante la lezione è delegata ai singoli docenti, che valutano caso per caso. L’iniziativa ha separato l’opinione dei genitori, alcuni dei quali hanno supportato la scelta riconoscendone l’intento didattico.

Parliamo di precisazioni, dunque, per precisare che non si tratta di disposizioni assolute, perché gli alunni che presentano una necessità maggiore possono accedere ai bagni, e per i bambini più piccoli vi è una maggiore elasticità nell’osservazione del regolamento. Nel frattempo abbiamo contattato il dottor Santagati per raccogliere da lui alcune dichiarazioni, e siamo in attesa di una risposta per un riscontro più diretto.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News