PRECISAZIONI Aggressione Roma Lido in metro di matrice fascista: chiarimenti sul filmato

di Redazione Bufale |

Aggressione Roma Lido
PRECISAZIONI Aggressione Roma Lido in metro di matrice fascista: chiarimenti sul filmato Bufale.net

Davvero vergognosa l’ormai nota aggressione Roma Lido, che in queste ore sta facendo il giro del web grazie ad un ragazzo presente in metro e che ha assistito ai fatti registrando l’attacco di due naziskin ucraini nei confronti di un 28enne indiano. Proprio questo è il primo punto che merita alcune precisazioni da parte nostra, perché sui social, all’interno di alcune pagine, si parla molto di “italiani colpevoli“. In realtà si percepisce facilmente che i due delinquenti siano ragazzi dell’Est Europa. In un primo momento si era parlato di russi, poi si è risaliti alla lingua ucraina.

Questa notizia, del resto, è stata confermata anche dal Corriere con l’articolo uscito questa mattina online. L’altro grande elemento da analizzare riguarda invece la matrice razzista degli insulti. Al momento, infatti, non è ancora dato sapere quale sia stato il movente dei due ucraini, che in occasione dell’aggressione Roma Lido in metro hanno colpito e ferito anche una signora di 58 anni che ha provato a difendere il ragazzo indiano.

Insomma, ci sono ancora molti nodi da sciogliere sull’aggressione Roma Lido, anche perché i due ragazzi trovati nei pressi della stazione in metro dove è avvenuto il fattaccio sono stati ritrovati palesemente ubriachi secondo le ultime notizie emerse. Vi terremo aggiornati nelle prossime ore appena ne sapremo di più, fermo restando le suddette precisazioni.

Aggressione Roma Lido
Aggressione Roma Lido

Morale della favola? In un periodo storico come questo bisogna sempre pesare le parole quando si parla di razzismo, come del resto vi abbiamo ricordato nella giornata di ieri portando alla vostra attenzione la questione relativa al caso Salvini, sulla sua presunta assoluzione per il sequestro di persona sulla Nave Diciotti. L’aggressione a Roma Lido in metro va condannata a prescindere, soprattutto guardando il video qui di seguito, ma giungere a sentenze sulle motivazioni sarebbe al momento frettoloso e potrebbe far passare messaggi politici non corretti.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News