Povia promuove i vaccini senza volerlo: il confronto tra i report ISS 2020 e 2021

di Redazione Bufale |

Povia
Povia promuove i vaccini senza volerlo: il confronto tra i report ISS 2020 e 2021 Bufale.net

Arriva ancora una volta un contributo da parte di Povia, che in questi giorni ha provato a screditare in qualche modo i vaccini confrontando report ISS 2020 e 2021. Il suo video, effettivamente, presenta elementi in comune rispetto a quanto abbiamo trattato nei giorni scorsi a proposito del controverso artista. Ecco perché occorre scendere maggiormente in dettagli, senza lasciare nulla al caso, se pensiamo che sono stati affrontati alcuni argomenti molto delicati per il pubblico italiano.

Cosa ci dice Povia con il confronto tra i report ISS 2020 e 2021

Nello specifico, Povia ha trattato in primis un argomento come quello del vaccino ai bambini, affermando che a detta di AIFA sia stata messa in evidenza la necessità di far socializzare i bambini. Anche su questo punto, a dirla tutta, ci sarebbero tante cose da dire. Basti pensare a quanto detto da un utente che ha deciso di commentare in modo critico il post del cantante su Facebook, non trattandosi di una misura obbligatoria:

Numero uno: i vaccini per i bambini sono facoltativi non obbligatori. Numero due: grazie a Dio questa generazione è nata in un’era in cui i vaccini sono tanti e sono tutti concentrati nei primi anni di vita. Quindi tollera meglio i farmaci“.

L’aspetto paradossale, però, arriva nello scorcio finale del video di Povia. Secondo il cantante, non ha alcun senso introdurre il super green pass in Italia. Cita Il Tempo e i dati del rapporto ISS, secondo cui, un anno fa, nei precedenti trenta giorni avevamo registrato più di un milione di positivi. Nel 2021, esaminando la medesima finestra temporale abbiamo appena un quarto dei positivi. 

Allo stesso tempo, Povia utilizza il rapporto ISS per dire che la percentuale dei decessi rispetto ai positivi nel 2020 era pari all’1,28%, mentre quest’anno ci fermiamo allo 0,78%. Così facendo, però, il cantante finisce con l’esaltare involontariamente l’azione degli stessi vaccini, che sembrerebbero aver reso il virus meno contagioso e letale.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE - L'articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Latest News