Piccoli prestiti veloci per tutti, anche senza reddito (Falso)

di Bufale.net Team |

Piccoli prestiti veloci per tutti, anche senza reddito (Falso) Bufale.net

Quante volte, specialmente sul web, si legge di prestiti personali erogati velocemente e senza la necessità di offrire particolari garanzie? Ecco, nel 99% dei casi si tratta di una bufala. Al contrario di quanto si possa leggere in queste sedicenti pubblicità sui social, infatti, la verità è esattamente il contrario.
Se da un lato i finanziamenti diventano sempre più convenienti, complici tassi di interesse bassi e tempi di erogazione rapidi, dall’altro le banche e le finanziarie tendono a richiedere delle garanzie sempre più restrittive.

Per accedere ad un prestito, anche di piccola entità, è necessario avere un reddito certificato (una busta paga, una pensione o un reddito da lavoro autonomo) e non avere protesti in corso. Insomma bisogna risultare affidabili perché, specialmente in questo contesto, per gli istituti di credito è fondamentale avere la garanzia di rientrare del capitale erogato.

Come funzionano i piccoli prestiti veloci: facciamo il punto
Quando si parla di prestiti si è portati a pensare sempre a grandi cifre, ma in realtà non è sempre così. In Italia sta crescendo la richiesta di microcredito, specialmente se con erogazione veloce. Il microcredito è una forma alternativa di prestito a cui si rivolgono coloro che non riescono ad usufruire dei servizi bancari tradizionali.

Chiamato più semplicemente piccolo prestito, il microcredito è uno strumento molto importante perché si rivolge ad un’ampia platea di persone. Oltre a soddisfare esigenze riguardanti la sfera personale, sostiene anche la nascita di nuove attività imprenditoriali, per lo più micro imprese e attività professionali.

Ma è davvero così semplice richiedere un piccolo prestito con erogazione veloce?
Le richieste per il microcredito provengono soprattutto dai cosiddetti soggetti deboli, come giovani, disoccupati, start-upper, donne, famiglie. E’ comodo anche per chi vuole avviare un’attività e ha bisogno di quel poco di liquidità necessaria per partire.

Quando si parla di piccoli prestiti veloci online il punto di riferimento è sicuramente ilprestitoveloce.com, sito storico del settore che da anni dispensa informazioni e compara i migliori prodotti del settore. Ma andiamo con ordine. Prima di tutto, il microcredito si divide in tre categorie:

  • produttivo, che si basa su finanziamenti di importo inferiore ai 25.000 euro;
  • sociale, per importi non superiori ai 10.000 euro;
  • per gli studenti, rimborsabile coerentemente con il piano di formazione finanziato (non oltre 10 anni).

La preoccupazione principale non è la banca alla quale richiedere il prestito, ma quali sono i requisiti per ottenerlo. La maggior parte degli istituti di credito richiedono una sola garanzia: la busta paga. Anche se può sembrare una prerogativa banale, in realtà è necessaria per far capire alla banca la propria condizione economica.

Se gli istituti di credito approvassero qualunque richiesta di importo, si avrebbero tantissimi casi di insolvenza. Una condizione lavorativa stabile rappresenta un grosso vantaggio al momento della richiesta di un piccolo prestito.
Gli istituti di credito valutano il reddito per calcolare l’importo massimo che si può richiedere. Il reddito mensile può essere rappresentato da uno stipendio. Più è alto, più alta può essere la rata del finanziamento. Ma molte volte non si ha disponibilità di fornire la propria busta paga. In questo caso, il prestito può essere richiesto se qualcuno ne fa da garante oppure si riesce a dimostrare una diversa fonte di reddito.

Agos Ducato e Findomestic
Tra le varie banche che sono in grado di offrire un piccolo prestito c’è Agos Ducato. Agos è una società finanziaria leader in Italia. Attraverso la fusione con Ducato, Agos diventa il primo operatore nazionale nel campo del credito alle famiglie.

Tramite Agos Ducato si può avanzare la richiesta di un piccolo prestito anche in assenza di busta paga. La garanzia, infatti, è l’ultima dichiarazione dei redditi dell’anno precedente. Una volta effettuato il calcolo delle entrate nette mensili, la banca ufficializza la cifra massima che si può richiedere. Se l’entrata è molto contenuta, si può sempre inserire nel prestito un garante che possa pagare le rate.
Si possono richiedere fino a 30.000 euro con Agos Ducati. La somma desiderata può essere ottenuta entro sole 48 ore dall’approvazione. Inoltre il sito ufficiale mette a disposizione del cliente una simulazione del prestito per calcolare l’ipotetica rata da rimborsare.

Un’altra banca adatta per il piccolo prestito è Findomestic. Findomestic ha seguito un processo evolutivo ed innovativo. I servizi offerti sono compatibili ai bisogni ed alle necessità di finanziamento richieste dai consumatori.

Con Findomestic si possono richiedere importi a partire da 1.000 euro. Il piccolo prestito viene erogato valutando il reddito dell’anno precedente e la costanza dei guadagni. Come per Agos Ducato, anche Findomestic mette a disposizione simulazioni di prestito in grado di far comprendere come possano variare le rate e anche i tassi di interesse.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News