PESCE D’APRILE Ultim’ora: Roma, furto a casa della Boldrini, malmenati i domestici

di Luca Mastinu |

Ci segnalano un articolo pubblicato il 1° Aprile 2017 su Libero Giornale (qui l’articolo su archive.is):

Rapine e furto questa notte presso l’abitazione della Onorevole Boldrini a Calcata (Roma). I malviventi stranieri si sono introdotti nell’abitazione in cui, per motivi istituzionali non era presente.

Meno fortunati i domestici, sempre presenti, che sono stati malmenati, nell’intento di farsi aprire la cassaforte. Ma gli stessi non disponevano né della chiave né della combinazione. La cameriera della villa è stata ricoverata d’urgenza presso il nosocomio cittadino, costole incrinate e trauma cranico. Più fortunati il maggiordomo e il giardiniere, per loro solo contusioni e tanta paura.

Difficile l’identificazione dei malviventi, dai filmati dell’impianto di sorveglianza si vedono solo ombre nere che si confondono nella notte. Per le indagini è stato chiamato un ‘SuperPoliziotto’ esperto in questo genere di rapine, il commissario Basettoni Adamo.

La Boldrini interpellata telefonicamente da un nostro collega non ha dichiarato quanto segue: “Il problema è sempre stato sotto valutato, bisogna rafforzare la fiducia nelle istituzioni e forse permettere ai liberi cittadini di armarsi”.

Messaggi di sostegno sono arrivati da tutto il mondo della politica, ma da Salvini la dichiarazione più pungente: “Non ci credo assolutamente, si tratta di una mossa elettorale per portar via voti alla Lega, ascolterò presto i risultati dell’indagine direttamente dal Procuratore Dott. Caprile”.

La domestica Giuseppina Pesce raggiunta in ospedale sta meglio e afferma: “Tanta paura ma per fortuna il peggio è finito, non dimenticheremo mai più questo primo di aprile come non lo dimenticheranno tutti i cazzoni che credono, non leggono e condividono, dico solo una cosa… Pregate per me”

Malgrado Libero Giornale sia una nostra vecchia conoscenza sui cui contenuti ci ritroviamo sempre a intervenire per parlare di smentite, in questo caso sarebbe stato sufficiente leggere le ultime righe dell’articolo:

La domestica Giuseppina Pesce raggiunta in ospedale sta meglio e afferma: “Tanta paura ma per fortuna il peggio è finito, non dimenticheremo mai più questo primo di aprile come non lo dimenticheranno tutti i cazzoni che credono, non leggono e condividono, dico solo una cosa… Pregate per me”

Il pesce d’aprile dunque sconfina anche sulla tavola di Libero Giornale, sito creatore di bufale con la scusa della satira. Stavolta, in ogni caso, lo stesso autore dell’articolo confessa la falsa notizia.

Latest News