Parla la sorella infermiera la maestra negazionista in terapia intensiva: “Ha sbagliato, ora basta”

di Redazione Bufale |

maestra negazionista
Parla la sorella infermiera la maestra negazionista in terapia intensiva: “Ha sbagliato, ora basta” Bufale.net

La famosa maestra negazionista di Treviso ha una sorella infermiera, che lavora proprio nella struttura in cui risulta ricoverata. Questo il retroscena venuto a galla oggi 18 settembre, dopo le prime notizie che vi abbiamo riportato nella giornata di ieri a proposito della donna. Si tratta di un personaggio diventato pubblico ad inizio 2021, quando è venuta a galla la storia delle sue lezioni in cui non venivano fatte rispettare le linee guida basilari per fronteggiare il Covid a scuola. Successivamente, poi, è stato scoperto che non avesse neppure i titoli per insegnare.

Il retroscena sulla sorella infermiera la maestra negazionista di Treviso in terapia intensiva

In attesa di aggiornamenti sulle condizioni della diretta interessata, alla quale vanno i nostri migliori auguri di pronta guarigione dopo il ricovero per Covid, in queste ore è trapelata la testimonianza della sorella infermiera. La donna, infatti, lavora proprio nella struttura di Mestre in cui risulta ricoverata in condizioni critiche la maestra negazionista, che da alcuni giorni si trova in terapia intensiva:

Mia sorella ha sbagliato e sta pagando caro il suo errore. Ma adesso basta. C’è poco da dire, ha sbagliato. Io lavoro in un ambiente sanitario, sono vaccinata e so bene che la profilassi è il solo modo per sconfiggere il virus. Però purtroppo non tutti la pensano come me. Mia sorella non la pensava come me e adesso sta male. Era No Vax e No Mask, certo, ma adesso è ricoverata in Terapia intensiva, intubata, e sta lottando tra la vita e la morte. Ha sbagliato a manifestare le sue idee, che io non condivido, ma le è stato presentato il conto più salato“.

Queste le parole della sorella della maestra negazionista, che ha sollevato molte polemiche alcuni mesi fa a Treviso, secondo quanto riportato da alcune fonti locali. Vi terremo aggiornati sulle sue condizioni, sperando che le cure facciano effetto.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News