Pacco bomba al Viminale: poteva esplodere

di Shadow Ranger |

Pacco bomba al Viminale: poteva esplodere Bufale.net

L’evento è di ottobre, la notizia, comprensibilmente, è stata rilasciata in giornata quando la prima parte delle indagini è terminata.

In Via Marmorata, Roma, ufficio postale è stato rinvenuto un pacco con un piccolo ma letale ordigno diretto al Viminale.

L’indicazione era semplicemente per il Ministero degli Interni, ma i legami con l’attossicata politica Social dell’Odio libero e del leone da tastiera ruggente è evidente dai tempi e dalle modalità. Infatti, Lucia Lamorgese era già ministro da due mesi, e il plico era farcito di ritagli di giornale che inneggiavano al ritorno di Matteo Salvini, precedente inquilino del Viminale, alla carica che l’anonimo bombarolo riteneva gli fosse dovuta.

È esclusa una matrice anarchica: il centro postale di Via Marmorata è, per logistica e posizione, il più “gettonato” da attentatori di ogni ordine, grado e risma.

Questa volta tocca infatti a dei presunti “Nemici dello Stato”, così si sono autonominati i nostri amici hater. Che però adottano un linguaggio assai simile al leoncino da tastiera medio, incline a vedere nemici ovunque, va detto. Dimostrando la necessità del contrasto all’Odio Social come propedeutico al contrasto a forme più gravi.

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News