Ombrelloni offensivi per Salvini a Riccione e azioni legali contro stabilimento balneare, ma è fake

di Redazione Bufale |

Salvini a Riccione
Ombrelloni offensivi per Salvini a Riccione e azioni legali contro stabilimento balneare, ma è fake Bufale.net

Una notizia decisamente singolare ha preso piede sui social proprio in queste ore, a proposito dell’apparizione su una spiaggia di una lunga serie di ombrelloni offensivi per Matteo Salvini a Riccione. Una foto che da un lato ha creato indignazione tra i sostenitori del leader della Lega, mentre dall’altro ha divertito chi detesta politicamente l’ex Ministro dell’Interno. Tuttavia, si tratta di una vicenda che per certi versi richiama quella del fotomontaggio di Salvini in versione islamica che abbiamo preso in esame pochi giorni fa sul nostro sito.

La verità sugli ombrelloni offensivi contro Salvini a Riccione

In verità, si tratta di bufala che sta ingannando entrambe le fazioni, a testimonianza del fatto che alcune fake news riescano ad attirare l’attenzione di tutti, indipendentemente dalle proprie preferenze politiche. Quello degli ombrelloni offensivi contro Salvini a Riccione, infatti, è in tutto e per tutto un fotomontaggio, tra le altre cose non così riuscito, visto che il risultato finale in tutta onestà è piuttosto modesto.

In casi come questi, sarebbe sufficiente risalire alla fonte per scoprire la natura fake di un contenuto. Basti pensare che la foto degli ombrelloni contro Matteo Salvini a Riccione sia stata pubblicata dalla pagina Facebook “INPS per la famiglia tradizionale”, con un post specifico che in queste ore ha raccolto migliaia e migliaia di interazioni. Da un lato, chi ha colto subito la “trollata” e che al contempo prova ad alimentare lo scherzo, mentre dall’altro le due fazioni di creduloni.

A rendere il tutto ancora più “paradossale”, il fatto che nel post originale si parli di azioni legali contro il titolare dello stabilimento balneare in cui sarebbero apparsi gli ombrelloni offensivi contro Matteo Salvini a Riccione e che quest’ultimo, rincarando la dose, abbia dichiarato di fare quello che vuole con la propria attività. I commenti che ne sono nati ve li lasciamo soltanto immaginare.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News