Ombre Incel nella Propaganda Russa: come la “Manosfera” imparò ad amare la Z

di Bufale.net Team |

Ombre Incel nella Propaganda Russa: come la “Manosfera” imparò ad amare la Z Bufale.net

Compagni, un nuovo spettro si aggira per l’Europa, le Ombre Incel nella Propaganda Russa. Anche in questo caso fummo ironici precursori.

Ci chiedemmo in passato perché linguaggi curiosamente incel apparissero nelle parodie e nei motteggi rivolti alle vittime di guerra Ucraine. Che senso avesse, ad esempio, un linguaggio volutamente grezzo, scorretto se non a tratti platealmente e ostentatamente sessista e rancoroso nel quale si invocava la possibilità di ottenere “cerbiattine ucraine”, ovvero profughe piacenti per scopi sessuali.

La risposta ce la fornisce un editoriale di “La Regione”, basato sull’analisi di Belling Cat.

La “Manosfera” è arrivata alla guerra, ombre Incel nella Propaganda Russa si sono infiltrate in quella che ormai è diventata un’alleanza tra i più improbabili fenomeni della Rete pari solo a quando la Cospirazione di QAnon riuscì a riunire tipi di complotto diversi e incompatibili, uniti solo dall’odio rabbioso contro i “nemici di Trump”.

Il precedente: la Cospirazione di QAnon

Solo QAnon riuscì ad ottenere tanto. Nel suo periodo d’oro, quello che portò alla cospirazione di “Big Steal” e alla rivolta al Campidoglio (la teoria secondo cui Trump aveva vinto le elezioni, ma i Poteri Forti avevano rubato i suoi voti e i Patrioti avrebbero dovuto sciamare su Capitol Hill per una sorta di grottesca parodia di colpo di stato), sotto la bandiera dell’elusivo “Patriota Q” si riuscì a mettere insieme persone che nella vita reale si sarebbero odiate.

Novax e incel si trovarono a marciare insieme a madri di famiglia, casalinghe e ribelli di sesso femminile.

Gli stessi “maschi beta” convinti di essere oppressi dal femminile e che il ritorno a “valori tradizionali” reperibili solo ne “Il Racconto dell’Ancella” su TIMVision gli avrebbe consentito il “diritto al Coito” si trovarono così in piazza assieme a personalità del tutto diverse con valori del tutto diversi.

Il Patriota Q divenne un Capitan Planet del maschio bianco diseredato, nato dall’unione delle loro frustrazioni. Riporta un documentario al riguardo:

“Abbiate pietà per il giovane maschio bianco. Non ha lavoro, vive a casa con numeri da record. Non fa sesso (e se lo fa non è neppure un granché). È un infelice, spesso aggressivo e miserabile, e molti di loro si gettano negli abissi più oscuri della rete per cercare sollievo e commiserazione per la loro rabbia e risentimento contro donne, persone di colore e, generalmente, il tessuto stesso della società.”

Fin qui ci siamo? Il Patriota Q nasce come l’avatar di rabbiose masse di diseredati, un club di soli maschi nella loro casa sull’albero che, non a caso, si congregano sperando che il Patriota Q abbatta ogni vestigia di una società progressista (che gli nega il coito), donne bellissime come Katy Perry (che gli negano il coito), sognando una società sullo stile di Handmaid’s Tale, in modo che non gli si possa negare il coito.

Masse di diseredati che vengono invitate col culto del Patriota Q a seguire Trump perché la Dittatura Mondiale Trumpista punisca i malvagi che gli impediscono di raggiungere fama, successo, un lavoro stabile e il coito e li ricompensi con un paradiso in Terra. Masse di diseredati che ad un certo punto si sono ritrovate spalla a spalla come in un “Signore degli Anelli” particolarmente trash con nemici del Papa, nemici dei vaccini, nemici di Soros, terrapiattisti, complottisti, gente convinta che JFK Jr sia risorto e gente convinta che i Dem mangino i bambini nella pizza.

Perché parlarvi di tutto questo? Perché, anche in questo, la “Propaganda Russa” sta diventando il clone fatto in casa e pure male degli stilemi occidentali.

Nei decenni la Russia ci ha copiato il Nintendo (facendone il Dendy), ed ora si appropria del Patriota Q. Che chiameremo “Tovarish Z”.

Ombre Incel nella Propaganda Russa: come la “Manosfera” imparò ad amare la Z

Il profilo di “Tovarish Z” è la storia di qualcuno che esce dalla porta ed entra dalla finestra.

La Russia ha un enorme problema con gli Incel. Come abbiamo visto, un problema che ha anche l’America. Il Maschio Beta tossico, il diseredato convinto che le donne gli neghino il diritto al coito perché preferiscono uomini più belli, con una igiene personale maggiore, meno sfaticati e col minimo di carisma necessario per distinguerli da un cespo di lattuga.

Cosa per loro intollerabile: nella loro ricostruzione storica, gli Incel sono convinti che i valori tradizionali contemperino un “diritto al coito” tale da rendere la donna incapace di rifiutare le loro attenzioni e concedere il coito e la capacità di riprodursi ad ogni singolo maschio del pianeta in quanto munito di organi adatti allo scopo.

Anche in Russia ci sono molti gruppi simili. Spesso perseguiti legalmente e vietati, va ammesso. Come “Male State”, dichiarato gruppo estremista nel 2021 ma ancora attivo sui soliti canali Telegram.

Ma indovinate? I simpatizzanti Incel in Russia non sono spariti perché gli hanno dichiarato illegali i gruppi, e anzi si sono felicemente riciclati come simpatizzanti se non araldi virtuali dell'”Operazione speciale di denazificazione”.

Riuniti in nuovi gruppi (alcuni con varianti molto pigre del nome, come “Male Legion”) gli Incel Russi si stanno dando una nuova vita.

Una vita sotto il segno della Z.

Ricondividono in massa tutte le bufale e fake news sul conflitto, comprese quelle che negano le vittime Ucraine per mani Russe. E spesso lo fanno ammettendo di sapere che è una fake news.

“È una bufala, ma merita condivisione”, recitano messaggi di chi ha sostituito iconografie chiaramente alt-right se non naziste con simboli del nuovo ordine della Z.

E non c’è contraddizione tra la santa alleanza Incel-Z-Nazionalisti-Nazisti (che si unisce alla già vista alleanza Z-Novax in un sorta di nuovo Patto Ribbentrop-Molotov basato sul Complottismo che riesce a peggiorare la già pessima cospirazione di QAnon).

L’accusa è sempre la stessa, quella che abbiamo visto rilanciata dalle TV di Stato Russe.

Secondo i nuovi/vecchi Tovarish Incel lo stato naturale della Russia è un Patriarcato Tradizionalista dove, in nome della Religione, le donne sono per natura sottomesse all’Uomo, e i Valori della Russia consentono ad ogni singolo maschio Russo (solo per il fatto di avere un pene) grande fama, gloria e potere.

Se gli Incel sono diventati “maschi beta diseredati” la colpa è dei Poteri Forti, ovvero delle Lobby Nazigay Ucraine pagate dalla NATO il cui scopo è infiacchire il maschio russo togliendogli la ricchezza e l’energia per andare a donne, la virilità per desiderarle moltiplicando l’omosessualità e insegnando alle donne il femminismo e il sesso libero in modo che rifiutino il sesso coi “Maschioni di Russia”, rifiutando di prolificare con loro e sposarli.

Ma la cosa dei nazisti? Per gli Incel, c’è Nazismo e Nazismo

Tra gli Incel appaiono anche molti simboli nazisti. E torna il problema che abbiamo visto col Patriota Q: come convinci persone che si sentono eredi del Comunismo Sovietico mandati a punire i Nazisti a marciare fianco a fianco con veri e propri simpatizzanti del nazismo?

La risposta è sempre nella tana del Bianconiglio rossobruno, laddove scopriamo che su Telegram il Nazismo Tedesco e quello della “Brigata delle Tenebre Wagner” è un nazismo buono e quello Ucraino è un Nazismo cattivo.

La Germania Nazista secondo i gruppi citati è

“un Paese che ha dato al mondo un mucchio di invenzioni, medicine e scienziati, con un alto livello di moralità e fertilità e con una forte ideologia, anche se ambigua e non accettata da tutti, ma comunque un’idea seguita da milioni di tedeschi”.

Quindi i Nazisti locali sono “ambigui” e un po’ pazzerelli, quelli Ucraini sono automaticamente cattivi, omosessuali e stregoni e complottano per creare l’Uomo Pangolino e gli Universal Soldier sotto le macerie di Azovstal.

Ombre Incel nella Propaganda Russa quindi. La “Manosfera” ha imparato ad amare la Z, e dall’esperienza del Patriota Q nasce ora “Tovarish Z”, la forma finale.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE - L'articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Latest News