NOTIZIA VERA L'Uomo che non si lava da 12 anni – bufale.net

di Shadow Ranger |

NOTIZIA VERA L'Uomo che non si lava da 12 anni – bufale.net Bufale.net

david batteriCi segnalano i nostri contatti la curiosa notizia, riportata da caffeina.it, di un uomo, tale David Whitlock, che da dodici anni ha sostituito l’igiene personale con una particolare mistura di batteri presi dal suolo di un porcile e di una azienda agricola. Le sue motivazioni sono riportate nel testo:

Lavarsi troppo spesso potrebbe non essere una buona idea. Almeno così la penserà chi dà ragione a David Whitlock, che non si lava da 12 anni. Inventore di un originale detergente, ha avuto la folgorante idea mentre osservava i cavalli che si rotolavano per terra: la sporcizia, infatti, conterrebbe dei batteri che impediscono la sudorazione. Secondo Whitlock, “l’uomo non dovrebbe perdere tempo a lavarsi, ma dovrebbe convivere con i batteri sul corpo per non sudare e per non emanare cattivi odori”. E così David invece di farsi le docce ha iniziato a spararsi addosso batteri raccolti nel porcile e nel pollaio di un’azienda agricola biologica. Utilizza il sapone solo per lavarsi le mani prima di mangiare e dopo essere andato in bagno, ma per il resto utilizza una spugna e degli spruzzi di una miscela contenente i batteri ossidati con ammoniaca creata da lui. E si è anche messo in affari vendendo in giro per il mondo i batteri. E in poco tempo, assicura David, il prodotto (quindi i batteri) è andato esaurito.

La notizia è confermata. David Whitlock è effettivamente convinto di ciò che fa, ed anzi ritiene di aver individuato una panacea che possa curare dagli eczemi ed aiutare la guarigione di piccole ferite.
Va però distinto un piano fondamentale: ciò che dichiara ed ha individuato Whitlock, e ciò che la scienza veterinaria e l’etologia dicono del rotolamento.
La comunità veterinaria ha infatti analizzato il comportamento dei cavalli, e non ha individuato nel “rotolamento” l’assolvimento di alcuna funzione di igiene e disinfezione.

In horses living outdoors all of the time, especially those living under natural herd conditions, rolling behavior is one of the most conspicuously frequent social and grooming behaviors. While we don’t know precisely what stimulates rolling and what it means in all circumstances, it likely serves several purposes. These would include:
In cavalli che vivono all’aperto tutto il tempo, specialmente quelli che vivono in condizioni di branco ordinario, rotolarsi è uno dei comportamenti sociali e di cura del corpo più frequenti. Sebbene non sappiamo cosa precisamente stimoli il rotolamento ecosa significhi in tutte queste circostanze, serve a molti scopi. Tra i quali:

  • Speed drying and refluffing of a wet or matted coat to restore maximum insulative properties.
  • Covering the coat with dust that reflects the sun and possibly helps repel biting insects.
  • Aiding in shedding.
  • Increasing comfort by scratching.
  • Asciugare rapidamente e rendere vaporoso un manto umido o attaccaticcio per ripristinare il suo potere isolante
  • Coprire il manto con un velo di polvere che riflette la luce solare e probabilmente allontana i morsi di insetti
  • Aiutare a liberarsi dalla pelle morta
  • Provare sollievo mediante il grattarsi

There are certain situations that seem to stimulate rolling, almost as if it is an automatic reflex. In wild and pastured herds, these could include approaching a common rolling area. Something about the site stimulates the behavior. Similarly, horses tend to roll at watering sites, and sometimes the water itself seems to stimulate the behavior. Also, rolling seems to be what is called “socially facilitated.” Like yawning in people, rolling of one horse seems to stimulate rolling of a herd mate. This phenomenon is often quite conspicuous in young foals. Dad rolls, foal rolls, playmates roll, almost in a playful, mimicking fashion.
Ci sono situazioni che stimolano il rotolamento, come se fosse un riflesso automatico. Nelle mandrie selvatiche e domesticate può riscontrarsi una comune area di rotolamento. Qualcosa in quel particolare ruolo stimola il rotolamento. A volte i cavalli si rotolano vicino ai luoghi dove si abbeverano, e talvolta è l’acqua stessa che sembra stimolarli. Inoltre, rotolarsi sembra essere uno di quegli atti che si chiamano “socialmente istigati”. Come lo sbadiglio per gli umani, se un cavallo si rotola inciterà un altro compagno di mandria a rotolarsi. Questo fenomeno è evidente nei giovani puledri. Il padre rotola, il puledro rotola, i compagni di giochi rotola, in una giocosa modalità emulativa.

Date le premesse, vi invitiamo a valutare con cura questo nuovo metodo e prodotto, valendovi, in caso di dubbio, del consiglio di esperti.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News