NOTIZIA VERA I portachiavi con animali vivi venduti in Cina – Bufale.net

di David Tyto Puente |

NOTIZIA VERA I portachiavi con animali vivi venduti in Cina – Bufale.net Bufale.net

notizia-vera-portachiavi-cinesi-animali-vivi-tartarughe
Il nostro amico Alex ci segnala una petizione lanciata in seguito ad un articolo del 18 marzo 2015 del sito Viralnova.com dal titolo “In China, people are selling animal cruelty in the form of a fashionable accessory“.
Di questi “portachiavi viventi” se ne è parlato già in passato.  Ne parlò il New Zealand Herald in un articolo dell’8 aprile 2011 dal titolo “Live animal key rings appal activists“. I fatti, tuttavia, risalgono a tempi ancora precedenti, infatti venivano venduti nel 2008 durante le olimpiadi di Pechino:
pesciolino-portachiavi-vivo-pechino-2008
Anche la CNN si occupò del caso con un articolo del 15 aprile 2011, dal titolo “Live animals sold as key rings in China“, segnalando che la pratica è comunque legale in Cina. Nell’articolo vengono riportate le “istruzioni” di un venditore cinese, il quale informa che le buste contenente gli animali vivi conterrebbero sostanze nutritive che potrebbero tenerli in vita per qualche giorno, ma che suggerirebbe gli acquirenti di liberarli prima che finiscano l’ossigeno, impedendone la morte per soffocamento:

One vendor selling the animals outside of a Beijing subway station told CNN that the bag contained crystallized oxygen and nutrients.
She said that that the animals could live for days but also warned that they should be freed from the bag as soon as the air ran out or they would suffocate.

È comunque innegabile che la permanenza in queste buste, anche per quei pochi giorni, non è salutare per le piccole creature, tra cui ci sono tartarughe, pesciolini e piccoli rettili.
animali-portachiavi
Ricordiamo i lettori che le petizioni online  lasciano il tempo che trovano. Se si vuole combattere queste pratiche non bisogna soltanto contestare chi le applica, ma soprattutto coloro che ne fanno uso acquistandole nei mercatini cinesi, tra cui anche i turisti:

Anche in questi casi siamo di fronte alla “regola della domanda e dell’offerta“. Minore è la domanda, prima finiranno queste pratiche.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News