NOTIZIA VERA e PRECISAZIONI Cinesi ai seggi per le primarie del PD a Milano – Bufale.net

di David Tyto Puente |

NOTIZIA VERA e PRECISAZIONI Cinesi ai seggi per le primarie del PD a Milano – Bufale.net Bufale.net

notizia-vera-precisazioni-cinesi-primarie-pd-milano
Questo articolo parte in seguito ad alcune segnalazioni in cui si affermava che su Bufale.net la notizia era stata smentita ed etichettata come bufala.

L’avevamo etichettata come bufala?

No, non ci eravamo ancora occupati della questione e gli utenti che ci hanno segnalato ciò si sono confusi con un altro sito e un’altra pagina Facebook chiamata “Bufale e dintorni – Fermatele“:
bufale-e-dintorni
Tra le altre cose l’articolo che avevano condiviso trattava la foto pubblicata dall’account Twitter di Danilo Toninelli del M5S, foto che non riguarda affatto il recente caso milanese e che troviamo online in diversi siti web che la pubblicarono anni fa (es. 2014):
danilo-toninelli-foto-sbagliata

I cinesi alle primarie del PD a Milano

Se ne parlava già il 6 febbraio 2016 in un articolo de Il Fatto Quotidiano con tanto di video ed interviste in un seggio milanese:

fattoquotidiano-primarie-pd-cinesi
Le immagini parlano da sole: un gruppo di cinesi che conosce poche parole di italiano si incontra in un bar vicino al seggio insieme al consigliere comunale Emanuele Lazzarini e alla deputata Lia Quartapelle. Poco prima sono stati fermati dalla cronista de ilfattoquotidiano.it e alla domanda chi voterai hanno risposto: “Non sappiamo”. Dopo il caffè entrano e si dirigono verso le urne. Alla sezione Lama si presenta poi uno dei rappresentante dell’associazione Unione imprenditori Italia Cina: “Abbiamo incontrato Sala nei giorni scorsi”, dice. Ma alla domanda “perché vota il presidente Expo?” ribatte: “Può spegnere la telecamera?“.

All’interno dello stesso seggio i militanti del Partito Democratico si erano insospettiti e lamentati, come Carlo Bonaconsa del circolo PD Luciano Lama intervistato da Il Fatto Quotidiano.
bonaconsa

Era una cosa inaspettata?

Per strada c’erano dei gazebo informativi per la comunità cinese come riporta Repubblica con tanto di foto il 6 febbraio 2016:

banchetto-cinese
Anche la comunità cinese di Milano si è organizzata per votare alle primarie per scegliere il candidato sindaco del centrosinistra, soprattutto con gazebo e materiale informativo da distribuire ai cittadini. Nella zona di via Sarpi, la Chinatown di Milano, è stato montato un gazebo, con scritte in cinese e in italiano per spiegare le modalità di voto, dove si trovano i seggi e quali sono i candidati. Al banchetto erano presenti volontari cinesi e italiani. “Ci siamo organizzati per invogliare anche i cittadini cinesi residenti a Milano ad andare a  votare – ha spiegato uno degli organizzatori dell’iniziativa, un commerciante della zona di via Sarpi – per noi queste elezioni sono storiche”

Il caso venne sollevato già da Gianni Barbacetto il 4 febbraio 2016 nell’articolo dal titolo “Primarie Milano 2016, cinesi pronti a votare Sala. L’ultimo “tarocco” delle elezioni“:

Cinesi per Sala: sì, la comunità cinese di Milano si prepara ad andare a votare il commissario Expo alle primarie del centrosinistra. Lo annuncia, in lingua mandarina, il portale huarenjie.com che sotto il titolo “I cinesi di Milano devono tirar fuori la loro forza”, racconta un incontro con Milena Santerini, deputata di Scelta civica passata a Democrazia solidale (una delle microfrazioni in cui si è diviso il movimento di Mario Monti), che ha promesso un’attenzione di Sala, una volta sindaco, alle esigenze della numerosa comunità cinese che ha il suo centro in via Paolo Sarpi. La pagina web in caratteri cinesi è completata da una foto in posa del candidato e dalla cartina della città con i seggi dove andare a votare Sala, il 6 e 7 febbraio: per dare più forza ai cinesi di Milano.

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News