NOTIZIA VERA E PRECISAZIONI Catania, Commissario di Polizia aggredito nel suo appartamento

di Luca Mastinu |

Un post virale su Facebook riporta che a Catania, la notte scorsa, un commissario di Polizia è stato aggredito da extracomunitari nella sua abitazione. Gli intrusi si erano insinuati nella notte per rubare. Il poliziotto li ha sorpresi e, durante la colluttazione, ha riportato ferite da arma da taglio.

Questa foto è di un commissario di Polizia di Catania. Stanotte tre extracomunitari sono entrati a casa sua per rubare, ha tentato di difendersi e lo hanno ridotto in queste condizioni. Voglio dedicare questa foto a tutti quei benpensanti che hanno manifestato al porto di Catania in favore dei clandestini che pretendevano, a bordo della nave Diciotti, di sbarcare in Italia. E pure ad un fantasioso pubblico ministero siciliano…..

Letteraemme ci fa notare che la stessa foto era stata condivisa dal sindaco di Messina Cateno de Luca e attribuita a un altro fatto di cronaca avvenuto a Messina, dove un controllore ATM è stato colpito da una testata da un passeggero di origini calabresi. De Luca aveva dunque condiviso la foto riferendosi, però, all’episodio di Messina:

Poche ore dopo, De Luca ha rimosso l’immagine e rettificato la notizia:

L’errore, probabilmente, è da ricercarsi in un articolo di Messinaoggi.it, che all’apertura della pagina si presenta così:

Nella ricerca Google, invece, si presenta così:

Titolo e immagine di copertina, come si può notare, sono diversi. In un primo momento, con molta probabilità, Messina Oggi ha pubblicato per errore la foto del Commissario di Polizia attribuendola allo spiacevole fatto di Messina. Una volta notata l’inesattezza, la redazione ha corretto l’immagine e il titolo, lasciando però la traccia sulla cache di Google.

L’aggressione al Commissario di Polizia è una notizia vera, riportata anche da La SiciliaRepubblicaNewsicilia. Alle 3:30 del mattino del 30 agosto 2018 due extracomunitari (non tre, come diceva il post virale) si erano introdotti nell’abitazione del commissario, approfittando di una porta finestra lasciata aperta per il caldo. Il poliziotto, svegliato dai rumori, è entrato in azione, e durante la colluttazione ha riportato delle ferite da arma da taglio. I due malviventi si sono lanciati dal balcone dal quale erano entrati per tentare la fuga. Uno dei due veniva catturato dallo stesso commissario, che nel frattempo si era riversato per strada, lanciandosi all’inseguimento. Il complice, invece, riusciva a fuggire.

Il ladro catturato si chiama Mohamed Djibril e ha 18 anni. Dopo l’episodio è stato ricoverato all’ospedale Garibaldi con prognosi riservata per le ferite provocate dalla cattura. Titolare di permesso di soggiorno, è originario del Gambia ma, come scrivono La SiciliaRepubblica:

Il 18enne ricoverato in ospedale è titolare di permesso di soggiorno per motivi umanitari rilasciato dal questore di Catania a ottobre 2017 su segnalazione della Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale di Catania per motivi legati alla minore età e alla presenza di una grave patologia genetica. Nel 2017 era stato denunciato per minacce, violenza, percosse e lesioni personali ai danni di dipendenti della comunità per minorenni che lo ha ospitato e anche per spaccio di sostanze stupefacenti. L’11 luglio scorso è stato denunciato per furto alla comunità dove risiedeva.

La Sicilia Web, in un articolo, ha pubblicato altre foto sul grave episodio di Catania:

 

 

È dunque vera la foto dell’aggressione al Commissario di Polizia di Catania. Parliamo di precisazioni, però, per invitarvi alla prudenza sulla condivisione, perché in un primo momento l’immagine è stata attribuita a un fatto altrettanto grave accaduto a Messina. Il volto gravemente ferito da una lametta, invece, appartiene al poliziotto ferito nella sua abitazione a Catania.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News