NOTIZIA VERA Che schifo i neonati, Facebook rimuove la pagina choc – Bufale.net

di David Tyto Puente |

NOTIZIA VERA Che schifo i neonati, Facebook rimuove la pagina choc – Bufale.net Bufale.net

notizia-vera-pagina-facebook-che-schifo-i-neonati
Ci chiedono di verificare se è vero che esiste una pagina Facebook chiamata “Che schifo i neonati” e se è vero che è stata segnalata, ma non rimossa dal Social Network perché non violerebbe le regole. La pagina in questione esiste,  è vero che le segnalazioni erano state fatte e che Facebook non era ancora intervenuto, rispondendo con il classico messaggio “non viola le regole della comunità”, ma è stata rimossa pochi minuti fa in seguito a numerose segnalazioni.
pagina-rimossa
Ecco l’ultimo screen fatto pochi minuti fa, poco prima della sua rimozione (con ben oltre 5000 “mi piace”):
pagina-facebook-che-schifo-i-neonati-screen
Ecco un esempio dei post pubblicati dalla pagina:
pagina-facebook-che-schifo-i-neonati
Ora tocca alle altre pagine “satellite” che, nonostante si dichiarino contro, sono al tempo stesso fasulle e “acchiappalike” che sfruttano l’indignazione. Una tra queste è la pagina Facebook “L’admin di “Che schifo i neonati” è stato arrestato“. Arrestato? Strano perché pochi minuti fa la pagina Facebook continuava ad aggiornarsi, mentre la pagina del presunto arresto è stata creata il 26 aprile 2015 poco dopo l’una del mattino.
pagina-facebook-arrestato-admin-che-schifo-i-neonati
Si tratta di una pagina che, come abbiamo detto in precedenza, sfrutta la popolarità di uno scandalo per “acchiappare like” riportando informazioni false:

  • il presunto arresto (con tanto di foto non riguardanti il caso);
  • il presunto luogo dell’arresto, “Sarcazzo” (che nella mitologia urbana viene utilizzata per definire una località di cui non si conosce l’ubicazione);
  • il presunto “processo lampo” e la condanna dell’admin della pagina “Che schifo i neonati”.

false-informazioni-pagina-facebook-2 false-informazioni-pagina-facebook
Questa pagina potrebbe auto definirsi “satirica”, ma di satira non vi è traccia. Siamo ben consapevoli che il tema dei minori, dei bambini e dei neonati è molto delicato e sentito, l’indignazione “sale alle stelle” quando vengono sfruttati anche attraverso queste pagine Facebook, sia quella appena rimossa sia quella che raccoglie gli indignati, i quali cascano nelle false informazioni fornite.
condivisione-pagina-fb-fasullaIn seguito a questa pagina sono state create altre sul tema “maternità”, come le seguenti:

AGGIORNAMENTO ore 13:59

È stata appena creata un’altra pagina con lo stesso nome e lo stesso logo: ecco il link.
Nel giro di pochi minuti ha già raccolto 35 “mi piace”.
nuova-pagina-facebook-creata

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News