“Non si maltrattano così quelle povere paperelle” – Ma sono di gomma

di Starlight |

“Non si maltrattano così quelle povere paperelle” – Ma sono di gomma Bufale.net

Guardiamo il bicchiere mezzo pieno: questa è una rara occasione per non parlare di Covid, bensì di uno dei più classici sintomi dell’analfabetismo funzionale: commentare un articolo senza prima averlo letto. E, diciamocela tutta, questa non è una prerogativa degli AF conclamati, ma chiunque può inciampare nella propria superficialità nella convinzione di aver capito tutto solo leggendo il titolo e guardando l’immagine di anteprima. Se i titolisti dei giornali ci mettono pure il loro zampino più o meno malizioso, poi, il gioco è fatto: ci troveremo di fronte a una serie di commenti assolutamente fuori luogo scritti da chi non ha pensato di approfondire la notizia.

Vi parliamo di una (bella) notizia proveniente dagli Stati Uniti: nei giorni scorsi, nel Chicago River, sono state scaricate ben 70mila papere di gomma, nel contesto di “Duck Race”, una lodevole iniziativa di finanziamento delle Special Olympics, che rappresentano il movimento internazionale dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva. Ogni paperella può essere “adottata” al costo di 5 dollari da migliaia di benefattori che sono stati protagonisti di una raccolta fondi che ha raggiunto la cifra di 400.000 dollari. Le paperelle, una volta scaricate in un’area delimitata, effettuano dunque una sorta di gara fino a tagliare un traguardo.



La notizia è stata riportata anche da qualche testata italiana ma, forse a causa della complicità di un titolo un po’ ambiguo, l’attenzione degli utenti si è concentrata sul presunto maltrattamento di questi poveri animali di gomma, oppure sull’impatto ambientale dovuto al fatto di averle scaricate in un fiume (vengono invece tutte recuperate e riutilizzate). Qualche commentatore più attento e sensibile ha puntato il dito proprio su come è stata presentata la notizia, che ha fatto passare in secondo piano la notizia vera e propria, quella delle lodevole iniziativa anche se, a dirla tutta, la cosa era ben specificata nel titolo, ma non è stato specificato che gli animali fossero finti.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News