BUFALA Papa Francesco verso le dimissioni – bufale.net

di Shadow Ranger |

BUFALA Papa Francesco verso le dimissioni – bufale.net Bufale.net

bufale
I nostri amati lettori ci segnalano, da diverse fonti, la presunta indiscrezione, targata “Dagospia”, secondo cui il Pontefice in carica, Papa Francesco, starebbe meditando di rassegnare le dimissioni.
In verità gli indizi sarebbero quantomeno deboli, se non del tutto evanescenti: riporta infatti Libero Quotidiano

L’intervista di Camillo Ruini al Corriere della Sera, in cui negava che i cardinali tradizionalisti si fossero recati da Ratzinger per cercare di ordire una sorta di congiura contro il sinodo di Francesco. Eppure, ricorda Dago, Ruini ha spiegato che da Benedetto XVI ci andò proprio lui, proprio prima del sinodo. Insomma, le manovre “dietro le quinte” di Ruini procederebbero senza soluzione di continuità. E, soprattutto, sostiene il report, “tutti sanno che Bergoglio presto o tardi rinuncerà al soglio”.

Specialmente contando come lo stesso Ratzinger, in tempi non sospetti, abbia più volte rimarcato che le sue stesse dimissioni non sono il frutto di congiure di palazzo e di “manovre dietro le quinte”, bensì il frutto di un intimo desiderio di raccoglimento e ritiro ad una vita privata di preghiera e contemplazione, fomentato verosimilmente dall’età avanzata con ciò che ne consegue nella capacità di far fronte ai molteplici impegni della vita papale.
Difatti, interpreti affini al Vaticano, come gli autori del blog Papaboys 3.0 si sono affrettati a sconfessare in toto la voce riportata da Dagospia

MOTIVI DEL POSSIBILE ADDIO – E, soprattutto, sostiene il report dettagliato di Dagospia, “tutti sanno che Bergoglio presto o tardi rinuncerà al soglio”. A rafforzare le voci, poi, ci sarebbero i problemi di Francesco nella gestione del suo papato (si pensi alle frizioni dell’ultimo sinodo). Poi la questione delle nomine dei vescovi, che sarebbe tenuta in pugno dal cardinale Marc Ouellet – dunque non da Bergoglio – ossia da un fedelissimo di Scola. Stando a quanto si legge nel report, ci sarebbero poi altri due personaggi chiave in questo intrigo vaticano: Angelo Becciu, sostituto alla segreteria di Stato (bertoniano) e Leonardo Sapienza, il reggente della casa pontificia nominato nel 2012 da Benedetto XVI. Sarebbero loro, oggi, a decidere tutto in Vaticano. E ci sarebbero loro dietro alla possibile e futuribile scelta di Francesco di rinunciare al soglio.“
Sia Mons. Becciu, sia Padre Sapienza, sono delle persone perbene, impegnate nel servizio alla Chiesa ed al Santo Padre, e ‘tirarli’ per la tonaca dentro una simile bassezza è veramente segno della più subdola e grave vigliaccheria. A loro vada la nostra solidarietà e preghiera.

Lo scrivente ritiene non infondata l’analisi “interna” offerta dalle frange vaticaniste dell’informazione: elidendo tutti gli elementi di difficile, anzi, inverosimile prova, come non confermate e non comprovabili teorie del complotto basate su attribuire ruoli ed importanze ad eminenti prelati vicini al Papa, restano affermazioni evanescenti e tendenziose.
Differenze di vedute e contrasti sono sempre esistiti in ogni organizzazione umana, ma è inverosimile trascriverli in “segni della fine” e romanzesche lotte per il potere.
Pertanto possiamo comodamente archiviare le voci di dimissioni papali alla I di Ipotesi, nonché di Improbabile: gli indizi a disposizione sono troppo labili per far pensare alla minima immutazione degli assetti Vaticani così come li conosciamo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News