NESSUNA FONTE Un ragazzo non italiano si finge investito nei parcheggi di un supermercato

di Luca Mastinu |

NESSUNA FONTE Un ragazzo non italiano si finge investito nei parcheggi di un supermercato Bufale.net

Oggi esco dal supermercato e, avvicinandomi alla macchina, mi accorgo che l’auto vicina è ferma un po’ fuori dal suo parcheggio. Arrivata vedo a terra un ragazzo non italiano, forse profugo ospite nelle vicinanze, ed una signora avanti con l’età che si rivolge a me preoccupata: ” signora mi aiuti, ho colpito il ragazzo facendo retro ma non l’avevo visto”. Il ragazzo non diceva più nulla, testa bassa, mani sul viso…..SOSPETTO. Tranquillizzo la signora e prendo il cellulare per chiamare i carabinieri ed ecco che al sol sentire la parola associata alle forze dell’ordine il ragazzo balza in piedi e corre veloce chissà dove. Dopo l’imbarazzo e qualche lacrima la signora ringrazia, saluta e se ne va….

Questo messaggio sta circolando nelle ultime ore sui principali servizi di messaggistica istantanea (WhatsApp, Messenger, et cetera). La ricerca di riscontro tra le fonti ufficiali non dà risultati, e per giustificare questo esito facciamo notare alcuni dettagli:

  1. Nel messaggio viene riportato che i fatti si svolgono all’esterno di un supermercato, ma non viene specificato il luogo;
  2. Secondo il testo, la vicenda si svolge “oggi”, ma non viene specificata una data;
  3. Il ragazzo trovato a terra viene identificato come profugo forse ospite nelle vicinanze, ma anche questa volta non viene specificato quali vicinanze e, soprattutto, resta senza riscontri lo status di profugo della persona descritta.

In poche parole, il messaggio non è corroborato da fonte alcuna, in quanto mancano le coordinate essenziali – temporali e geografiche – che consentano di attestare la veridicità dell’episodio riportato. Del resto, il nostro servizio non è nuovo nell’individuare messaggi virali catalogandoli con nessuna fonte (visita il nostro archivio). Non stiamo parlando, dunque, né di bufala né di notizia vera, in quanto non esiste possibilità di verificare i fatti raccontati.

Nel frattempo è consigliato di non condividere il messaggio, sia per evitare allarmismi presso le persone più sensibili, sia per non inciampare nel rischio di diffondere notizie infondate.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News