NESSUNA FONTE Ufficiale di pattuglia di frontiera ucciso da aggressori armati di sassi

di Bufale.net Team |

Un agente di pattuglia di confine degli Stati Uniti sarebbe stato ucciso da aggressori che gli hanno lanciato dei sassi, vicino al confine tra Stati Uniti e Messico.

polizia frontiera

Il 1° novembre 2018, in risposta alle notizie di uno scontro violento tra membri della Migrant Caravan e le autorità messicane, con lancio di sassi, il presidente Donald Trump aveva ipotizzato lo spiegamento di truppe militari statunitensi lungo il confine tra Stati Uniti e Messico. Trump avrebbe equiparato il lancio di sassi all’uso di armi da fuoco.

Trump in seguito avrebbe corretto il suo commento, ma alcuni commentatori dei social media hanno comunque giustificato la frase del presidente. Ad esempio, un utente di Facebook ha pubblicato una fotografia di un agente di pattuglia di frontiera degli Stati Uniti che è stato presumibilmente “picchiato a morte con una pietra”.

L’agente ucciso

L’ufficiale di pattuglia di frontiera, Rogelio Martinez, è morto nel novembre 2017 mentre era in pattuglia con un compagno. Il presidente Trump (tra gli altri) ha subito affermato che Martinez era stato “ucciso”.

Tuttavia, anche se la causa della morte di Martinez non è ancora stata determinata in modo definitivo, le prove suggeriscono che è morto accidentalmente cadendo da un canale che non aveva visto perché era una notte buia.

Un articolo della CBS News sull’incidente descrive le circostanze della morte di Martinez così:

Lo sceriffo della contea di Culberson, Oscar Carrillo, ha affermato che la morte di Martinez è stata probabilmente un incidente. Nessuna prova è stata fornita per avvalorare l’ipotesi dell’assassinio intenzionale.

Latest News